Crema di patate e cozze, comfort food per il Natale

di Claudia 0



Siamo sempre alla ricerca di piatti nuovi per le feste natalizie, da abbinare ai piatti della tradizione tramandatici dalle nostre nonne, e per quanto riguarda le prime portate difficilmente rivolgiamo il nostro interesse a zuppe e creme,  a meno che non si tratti proprio di piatti tradizionali, come la Minestra Maritata napoletana. Proprio per questo motivo voglio proporvi la ricetta della crema di patate e cozze, una vellutata leggera e gustosa, perfetta oltretutto per la fine di dicembre, un comfort food, come spesso lo sono le creme, in grado di coccolare tutti i commensali, che per una volta potrebbero apprezzare un piatto così delicato rinunciando con piacere, anche solo per la notte di Natale, a fritture e piatti troppo ricchi e pesanti.

Crema di patate e cozze


Ingredienti

2 patate | 2 porri | 600 gr. cozze sgusciate | 200 gr. pomodori ciliegini | brodo vegetale | olio extravergine d'oliva | burro | sale e pepe

Preparazione

  In un tegame rosolare per 10 minuti nel burro i porri tagliati a rondelle, unire poi le patate togliate a dadini e cuocere per 5 minuti.

  Coprire a filo con il brodo vegetale bollente e cuocere per 20 minuti, aggiungendo poco a poco dell'altro brodo se dovesse asciugare troppo.

  Frullare patate e porri, unire i pomodori sbollentati per 3 minuti e tagliati a pezzi e le cozze. Cuocere ancora per 3 minuti, quindi spegnere e regolare di sale e pepe. Servire subito irrorando con un filo d'olio.

Inutile dirvi che questo piatto può essere arricchito in molti modi: con del peperoncino secco innanzi tutto, per una versione più decisa. Potrete anche accompagnare la crema di patate e cozze con dei crostini, o del semplice pane tostato, e per una versione ancora più sfiziosa spalmate le fette di pane con il burro o pasta di acciughe, prima di tostarle in forno, per un crostino d’accompagnamento davvero saporito.

Inoltre, provate a sostituire le cozze con le cicale di mare oppure con dei gamberi, utilizzando comodamente anche quelli surgelati, che non dovrete né sbucciare né pulire.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>