Lo strudel di banane e cioccolato dei Menù di Benedetta

di Ishtar 0



Devo ammettere di non impazzire per lo strudel di mele, almeno quello classico. Lo mangio, è vero, ma gli preferisco altre versioni. Così quando ho visto preparare lo strudel di banane e cioccolato nella trasmissione I menù di Benedetta ho deciso di cimentarmi senza pensarci troppo. Il binomio banane e cioccolato funziona sempre ed anche in questo caso non mi ha deluso. Oltre ad essere un dolce che può essere servito come dessert di fine pasto, magari accompagnato da una pallina di gelato alla vaniglia o alla crema o da una cucchiaiata di salsa alla vaniglia, costituisce una merenda nutriente per i bambini.

strudel di banane e cioccolato


Ingredienti

1 rotolo di pasta sfoglia | 3 banane | 2 cucchiaio zucchero di canna | 30 gr. biscotti secchi | 40 gr. nocciole tritate | 50 gr. gocce di cioccolato | latte | gelato alla vaniglia

Preparazione

  Sbucciare le banane, tagliarle a fette e mescolarle in una ciotola con lo zucchero di canna. Versare nel mixer i biscotti e le nocciole e tritarli.

  Stendere la pasta sfoglia e nella parte centrale disporre metà dose di biscotti e nocciole e le banane con le gocce di cioccolato.

  Chiudere la pasta sfoglia e spennellarla con del latte. Spolverare con la granella rimasta.

  Incidere la superficie con qualche taglietto strasversale e cuocere in forno a 200 C° per circa 20 minuti.

Lo strudel di banane e cioccolato di Benedetta Parodi si prepara con un rotolo di pasta sfoglia già pronta, quindi niente impasti vari e sbuffi di farina in cucina oltre che un risparmio notevole di tempo. Inoltre nel ripieno andranno aggiunti sia dei biscotti secchi sbriciolati che della granella di nocciole tostate, per un sapore ancora più ricco.

Lo strudel va cotto ad una temperatura di 200 C° per circa 20 minuti. Praticando i classici taglietti trasversali in superficie, agevolerete la cottura anche del ripieno. Lo strudel va consumato preferibilmente in giornata affinchè non perda la sua fragranza. Per una variante sostituite le banane con le pere ed andrete sul sicuro!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>