Pere e cioccolato nello strudel che profuma di zenzero

di Ishtar 6



Pere e cioccolato: l’avrò detto migliaia di volte ma io insieme li adoro. Trovo che siano un connubio di sapori ideale. Da un lato il gusto deciso del cioccolato, dall’altro la dolcezza e delicatezza delle pere. Ho provato ad abbinarli in diverse preparazioni finora: torte, crostate, ciambelle, muffins, e non sono mai rimasta delusa. Ma una preparazione mi mancava: lo strudel. Ma come avrete già immaginato ho ovviato anche a questa mancanza preparandone uno a mio avvis eccezionale (evviva la modestia): lo strudel al cioccolato, pere e zenzero. In questa occasione ho scoperto che lo zenzero, spezia che in realtà non utilizzo poi così tanto nella mia cucina, almeno non come le altre tipo la cannella che metto ovunque, si sposa benissimo con il cioccolato e le pere.

Strudel di pere, cioccolato e zenzero


Ingredienti

Preparazione

  Pasta da strudel: Impastare in una ciotola 250 g di farina OO con un cucchiaio di olio exv, 1 uovo, 1 pizzico di sale, un bicchiere di acqua tiepida.

  Versare sulla spianatoia, impastare bene per avere un impasto morbido e liscio. Far bollire dell’acqua in una pentola, versarla, asciugare la pentola e appoggiarla a coprire la pasta per circa un’ oretta.

  Questo trattamento serve a rendere più facile l’ azione del matterello. Ripieno: Sbucciare, pulire e tagliare a fettine sottili 1 Kg di pere Kaiser o comunque di una qualità soda, spruzzarle di succo di limone per non farle annerire e unire 150 g di zucchero, 100 g di mandorle a scaglie ( o altra frutta secca a piacere), delle gocce di cioccolato (a piacere, ma possono anche essere evitate), un cucchiaino colmo di zenzero in polvere.

  Rosolare in 50 g di burro 100 g di biscotti sbriciolati o di pangrattato (successivamente Anna, nella ripetizione ha detto 50 g, ma dalla quantità che si vedeva e dall’esperienza, sono senz’altro 100 g).

  Stendere la pasta su un canovaccio infarinato abbastanza sottile, quindi sollevarla infilando sotto le nocche delle mani e tirarla per renderla il più sottile possibile, tanto da vedere bene il canovaccio (eventuali buchi possono essere rattoppati) .

  Cospargerla col trito di biscotti e coprirla con il ripieno. Arrotolare abbastanza stretto con l’aiuto del canovaccio e sformare su una lastra imburrata. Spennellare con burro fuso e cuocere in forno statico a 200 C° per 30 minuti.

La ricetta dello strudel che vi riporto sotto, prevede che la pasta dello strudel la prepariate in casa. Lasciando perdere in questa sede se si tratti o meno della “vera pasta da strudel”, vi ricordo che, se non avete molto tempo a disposizione per farla da voi, c’è sempre l’alternativa della confezione di pasta sfoglia che potreste tenere in frigo per tutte le evenienze. Utilizzando la pasta sfoglia già pronta infatti dimezzerete i tempi di preparazione e vedrete ridursi drasticamente il tempo passto in cucina a destreggiarvi con farina e mattarello. Anche perchè vi ricordo che la pasta necessaria per lo strudel deve risultare sottilissima, come se fosse un velo. Lo strudel al cioccolato, pere e zenzero è un dessert ideale da servire durante una cena con amici per esempio. Potete servirlo accompagnato da una crema pasticera o da una salsa alla vaniglia cospargendola direttamente sopra le fette nei piattini da portata. Per una variante potete sostituire lo zenzero con la cannella e le pere con le mele: risultato più che garantito!