Ricette Bimby per la pasta, sugo alle cimette di cavolfiore

di Anna Maria Cantarella 0



In una radiosa giornata di tanto tempo fa un napoletano inventò la salsa di pomodoro. Da quel giorno la nostra vita ha preso tutt’altro sapore. Cosa c’è di meglio di un bel piatto di pasta condito con un sugo? Di pomodoro, di verdure, di basilico, pestato o cotto in casseruola, la pasta non è affascinante se non è accompagnata da un sugo corposo e delizioso. Oggi parliamo di un sughetto veloce e squisito anche se in bianco, quindi senza pomodoro.

Il sugo alle cimette di cavolfiore fatto con il Bimby unisce sapori che in cucina io trovo deliziosi e che utilizzo in molte varianti: cavolfiore, acciughe e olive e questo trio di ingredienti mi ricorda un piatto a cui sono affezionata per molti motivi, il cavolfiore affogato. Che altro aggiungere? E’ arrivato il momento di lasciare la parola al palato: assaggiare per credere…

sugo alle cimette di cavolfiore


Ingredienti

400 gr. cavolfiore mondato | 600 gr. acqua | 20 olive nere snocciolate | 3 acciughe | 50 gr. olio evo | un piccolo peperoncino | 30 gr. parmigiano | sale

Preparazione

  Preparare le cimette di cavolfiore, mondate e lavate, metterle nel cestello. Versare l'acqua nel boccale con un pizzico di sale, inserire il cestello, cuocere: 15 min. 100 gradi, vel.2. Togliere e mettere da parte.

  Nel boccale pulito e asciutto grattugiare il formaggio: 10 sec., vel.8. Mettere da parte. Tritare l'aglio: 3 sec., vel.7, unire le acciughe a pezzetti, l'olio e il peperoncino, rosolare: 3 min. 100 gradi vel.1.

  Aggiungere le olive e le cimette, insaporire: 5 min, 100 gradi, antiorario vel. soft.

  Condire la pasta con il sugo, a paicere saltare in padella aggiungendo il parmigiano e un filo di olio extra vergine di oliva.

Preparare questo sugo con il Bimby richiederà solo qualche minuto di preparativi e vi assicuro che il risultato è ottimo. Io in genere alla fine sono solota saltare pasta e sugo in padella aggiungendo un’ultima spolverata di parmigiano e del formaggio a tocchetti, ad esempio un pecorino poco stagionato. Alla fine basta un filo di olio extra vergine di oliva a crudo e il primo è servito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>