Pasta fatta in casa: le orecchiette

di Anna Maria Cantarella 0



Tipico formato di pasta della tradizione pugliese, le orecchiette fatte in casa sono state per me una scoperta. Non è vero che solo le nonne sanno fare la pasta fatta in casa, da oggi posso dire che le mie orecchiette non hanno niente da invidiare a quelle preparate dalle casalinghe più esperte. L’idea di mettersi al tavolo ad impastare la pasta fresca non è stata mia ma, siccome non mi tiro mai indietro quando c’è da fare esperimenti culinari, ho sfruttato l’occasione per impastare, arrotolare e creare quella deliziosa forma a conchiglia tipica delle orecchiette. Il procedimento è semplicissimo e i condimenti migliori sono i più semplici. Il migliore? Le cime di rapa e il sugo di pomodoro!

orecchiette fatte in casa


Ingredienti

400 gr. farina di semola | 200 gr. acqua tiepida | sale

Preparazione

   Versate la farina sulla spianatoia e aggiungete l'acqua piano piano. Impastate fino ad ottenere un composto morbido, liscio ed elastico.

   Separate la pasta in tanti pezzi e arrotolatela per formare dei salsicciotti lunghi. Con un coltello tagliate i salsicciotti a quadrettini, poi premete sul pezzetto di pasta e trascinate il coltello. Staccate l'orecchietta dal coltello e incavatela con il dito in modo da formare una conchiglietta.

   Stendete le orecchiette ben separate su un grande vassoio e lasciatele asciugare all'aria per mezz'ora. Cuocetele in abbondante acqua salata e conditele con il sugo preferito.


Le orecchiette della tradizione pugliese si preparano esclusivamente con la farina di semola di grano duro, impastata con acqua e un pizzico di sale. Una volta realizzati i piccoli pezzi di pasta, questi si “strascinano” – le orecchiette infatti sono anche chiamate “strascinati” – con la punta del coltello per ottenere la tipica pasta dalla forma a conchiglia che poi si rovescia all’indietro con la punta del pollice. Io non sono molto brava in questa operazione e quindi mi sono limitata a creare i piccoli pezzi di pasta a cui, con l’aiuto del pollice e dell’indice, ho dato la forma di un dischetto concavo. All’inizio credevo che avrei fatto un disastro a causa della mia inesperienza, invece il risultato è stato ottimo e di orecchiette ne ho fatte così tante che oggi le preparerò di nuovo per pranzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>