Malfatti di zucca e ricotta

di Ishtar 0



Se amate la zucca e vorreste utilizzarla, in cucina, nella realizzazione di piatti alternativi alla solita pasta o risotto, potreste provare i malfatti di zucca e ricotta. Simili agli gnocchi hanno una consistenza leggermente più collosa che si presta a regalare primi piatti di grande gusto. I malfatti di zucca e ricotta possono essere conditi a piacere in maniera semplice o più elaborata.

Malfatti di zucca e ricotta


Ingredienti

300 gr di zucca | 150 gr di farina | 200 gr di ricotta | latte qb | 100 gr di ricotta salata | 1 cucchiaio di burro

Preparazione

   Tagliare la zucca a pezzetti e farla cuocere in forno fino a quando risulta tenera, quindi frullarla ed unire la ricotta e la farina. Iniziare ad impastare aggiungendo, solo se serve, poca farina o latte a seconda della consistenza dell'impasto.

   Creare i malfatti con l'aiuto di un cucchiaio e tuffarli, man mano, nell'acqua bollente.

   Scolarli non appena salgono a galla e condirli con della ricotta salata grattugiata a scaglie e del burro fuso. In alternativa optate per del burro e grana con o senza salvia. padella con burro e grana.

Se solitamente si prestano ad essere accompagnati da burro e grana, in questo caso è la ricotta salata a costituire un condimento irresistibile. In caso potreste ricorrere ai funghi porcini, freschi o secchi. I malfatti di zucca e ricotta si prestano al pranzo di tutti i giorni così come a quello delle occasioni particolari. Un pianno autunnale da non perdere per fare felici i propri commensali. Ottima variante dei tradizionali malfatti bresciani, si tratta di un’alternativa alla pasta per un pranzetto sfizioso e semplice da realizzare. Ed allora realizzateli in casa e conditeli secondo i vostri gusti. Provate anche:

Malfatti di zucca ai funghi

Malfatti di ricotta e spinaci per un pranzo all’insegna della leggerezza

Gnocchi di zucca con cipolla caramellata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>