Cicoria in padella, il sapore della cucina povera

Spread the love

Un’erba di cui prima si faceva un largo uso nella cucina Italiana, dalla cucina Laziale a quella Meridionale, e di cui ora si è persa un po’ la consuetudini di adoperala è la Cicoria. Un tempo era tanto comune usare la cicoria, soprattutto tra le famiglie meno facoltose, poiché questo tipo d’erba, che cresce spontaneamente in terreni asciutti ed incolti ed è facilmente riconoscibile, poteva essere raccolta direttamente nei campi.

Con gli anni di benessere che ci sono stati, la pratica di raccogliere la cicoria nei campi si è persa, e visto che prima era simbolo di povertà, per apparenza è stata allontanata dalle tavole.
Ma per noi le apparenze non contano e ci fa piacere dare più importanza al sapore delle cose.
Il caratteristico sapore rustico e amarognolo della cicoria la rende particolarmente adatta per accompagnare pietanze grasse o dai sapori delicati.

Parlando un po’ della cicoria, dobbiamo dire che è una pianta tipica di questa stagione, la raccolta avviene infatti nel periodo autunnale, per cui è il momento opportuno per acquistarla. Esistono numerose varietà di cicoria, tra cui l’indivia belga o il radicchio rosso. Per preparare la ricetta che vi proponiamo, la Cicoria in padella, dovrete scegliere la varietà chiamata puntarelle romane, più comunemente conosciuta come cicoria.

 

Cicoria in padella (ingredienti per 4 persone)

 

Preparazione:

pulite bene la cicoria, mondatela e lavatela in abbondante acqua fredda, sciacquandola più volte. Nel frattempo mettete sul fuoco una pentola capiente piana d’acqua. Quando l’acqua bollirà, immergetevi la cicoria e lasciatela cuocere per circa 15 minuti.

Quando la cicoria sarà cotta scolatela e passatela sotto dell’acqua fredda corrente, scolatela nuovamente e strizzatela per bene.

Fate rosolare gli spicchi d’aglio sbucciati in una padella con dell’olio, se volte aggiungete due filetti d’acciughe per insaporire maggiormente la verdura. Quando l’aglio sarà dorato, e l’acciuga si sarà sfaldata, versate la cicoria in padella e saltatela per qualche minuto a fuco vivace.

Correggete di sale e macinate del pepe nero, quindi per far prendere bene di sapore la cicoria, coprite la padella lasciate stufare la verdura per cinque minuto a fuco basso.

Una volta pronta aggiungete un filo d’olio e servite intavola ancora calda accompagnandola con degli spicchi di limone che potranno essere usati da chi lo desidera per condire la cicoria.

[photo courtesy of pawpaw67 and CorinthianGulf]

6 commenti su “Cicoria in padella, il sapore della cucina povera”

Lascia un commento