Lo sapevate che…

Da oggi vi proporremo una serie di post settimanali che vi daranno dei piccoli, ma utili, e soprattutto pratici consigli su tutto ciò che riguarda il mondo dei fornelli e ciò che gli gira attorno; piccoli segreti e trucchetti sul come cavarvela sempre anche davanti a qualche pasticcio, e consigli sul come e cosa acquistare tenendo presente prezzo e qualità! Fateci sapere se questi “consigli” in “pillole” vi tornano utili….

Iniziamo subito.

Lo sapevate che:

  • per rimediare a un brodo mal riuscito, basta aggiungere un bicchierino di cognac o di marsala per ogni litro di brodo?
  • Se la minestra o qualsiasi liquido risulta troppo salato, basterà aggiungere una patata sbucciata e fare cuocere per 15 minuti?
  • Se dovete correggere una salsa troppo acida basta utilizzare dello zucchero; se risulta troppo dolce aggiungetevi del latte acido; se ritorna troppo acida è bene buttarla!

  • Se il bollito è duro, per renderlo più tenero, basterà aggiungere all’acqua di cottura 3 cucchiaini di grappa per ogni chilo di carne?
  • Per ammorbidire la carne dura, basta strofinandola sui due lati con aceto e olio di oliva, ed aspettare due ore prima di cuocerla?
  • Se il pezzo di groviera è diventato secco e sgradevole, basterà avvolgetelo per qualche ora in un tovagliolo imbevuto di vino bianco secco?
  • Se il pesce è fresco, immerso nell’acqua, va subito a fondo, se non è fresco, le branchie sono aperte e gialle e l’occhio è infossato; la sua carne deve essere soda e, pigiandola con un dito, non deve rimanere l’impronta?
  • Il vero polpo deve avere sui tentacoli due file di ventose; se ne ha solo una si tratta del sinisco; ugualmente commestibile, però cambiano il pregio e il prezzo?
  • Il prosciutto buono ha colore rosso e si scioglie in bocca; se è male stagionato o adulterato è fibroso?
  • Se gli insaccati sono di color rosso acceso, significa che contengono cavallo o sali chimici indesiderabili?

3 commenti su “Lo sapevate che…”

  1. penso che questa rubrica potrebbe essere interessante, basta che fai attenzione a non scrivere cose che sono semplicemente “leggende metropolitane”…..probabilmente attingi dal web, libri o riviste, non so, ma come sai molte delle cose che girano sono delle vere e proprie scemenze.
    Cmq hai avuto una bella idea 🙂

    Rispondi

Lascia un commento