Pesto alla trapanese

di Fabiana 0



Mandorle, aglio, pecorino, pomodori, basilico e prezzemolo: sono questi i pochi, ma indispensabili ingredienti per la preparazione del pesto alla trapanese. Facile da preparare, può anche essere conservato per qualche giorno, non più di tre in effetti.

Dovrete prepararlo avendo l’accortezza di non aggiungere però il pecorino e poi versarlo all’interno di un vasetto di vetro.

Pesto alla trapanese


Ingredienti

500 grammi pomodori | 2 spicchi di aglio | 50 grammi di mandorle pelate | 80 grammi di pecorino | Olio - basilico - prezzemolo - pepe - sale, sale grosso | pasta di semola di grano duro

Preparazione

   Lavate i pomodori, togliete il picciolo e gettateli in acqua bollente per circa un minuto: scolateli e pelateli e poi divideteli a metà, poi togliete i semi.

   Riducete la polpa di pomodoro in piccoli cubetti, aggiungete anche il sale, passate tutto in un colino e lasciate scolare il liquido per circa 20 minuti. Nel frattempo tritate grossolanamente le mandorle nel mixer. Lavate le foglie di basilico e quelle di prezzemolo e poi asciugatele bene. Spellate anche gli spicchi di aglio.

   Quando gli ingredienti sono pronti, dovrete preparare anche gli spicchi d'aglio schiacciandoli nel mortaio con il basilico, il prezzemolo e un pizzico di sale grosso. Cominciate pestare gli ingredienti e poi versate a filo mezzo bicchiere di olio extravergine di oliva. Per preparare il pesto più velocemente potrete versare tutto nel mixer senza usare il mortaio.

   Mentre continuate a pestare gli ingredienti o a frullare il tutto, aggiungete anche le mandorle tritate, i pomodori e il pecorino grattugiato e poi il pepe.

   Versate altro olio extravergine di oliva e mescolate del tutto il composto fino a quando non avrete ottenuto un pesto alla trapanese morbido e omogeneo da utilizzare come condimento.

Al momento di utilizzarlo poi dovrete aggiungere anche il pecorino, mescolare e usarlo come condimento. In effetti il pesto alla trapanese è perfetto come condimento per la pasta di simile di grano duro: dovrete semplicemente preparare la vostra pasta facendola cuocere al dente in acqua bollente salata. Una volta che l’avrete scolata al dente, dovrete mantenere da parte a che un cucchiaio di cottura, poi versare la pasta in una padella aggiungendo il pesto e qualche cucchiaio di acqua di cottura se la pasta dovesse risultare troppo incollata.

PESTO DI RUCOLA, LA RICETTA CLASSICA

PESTO AGLI AGRUMI DI FILIPPO LA MANTIA

PESTO CON RICOTTA E CON SPINACI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>