Frittata di spaghetti napoletana

di Ishtar 0



La frittata di spaghetti napoletana costituisce un piatto jolly della cucina italiana. Esiste in diverse varianti, in bianco o in rosso, con l’aggiunta di passata di pomodoro. Può essere arricchita con formaggio grattugiato, io adoro il parmigiano, ad esempio, e con salumi a pezzi, prosciutto cotto o salame all’occorrenza. E’ un piatto che nasce come svuota frigo o per eliminare gli avanzi di pasta cotta, andrà bene qualsiasi formato senza dover necessariamente utilizzare gli spaghetti.

Frittata di spaghetti napoletana


Ingredienti

320 gr. spaghetti già cotti | 4 uova | 75 gr. parmigiano grattugiato | 100 ml latte | 1 pizzico sale | 1 pizzico pepe | una noce di burro | olio per la frittura

Preparazione

   Se non avete già pronta della pasta cotta avanzata, cuocete gli spaghetti in abbondante acqua bollente salata e scolatela al dente.

   In una ciotola nel frattempo sbattete le uova con il parmigiano grattugiato, il latte, il sale e il pepe. Mescolare bene.

   Nella stessa ciotola unire la pasta scolata ed il burro liquefatto e mescolare ancora in modo che il composto di uova ricopra tutti gli spaghetti.

   Versare in una padella antiaderente abbondante olio di semi e una volta caldo versare la pasta.

   Cuocere da entrambi i lati fino a quando non si forma una crosticina croccante. Servire subito.

Dopo avere provato la versione con la mozzarella ed il pecorino, la frittata di spaghetti di Alessandro Borghese, e quella di Cotto e Mangiato, ho deciso di preparare questa nuova variante bianca. Ho utilizzato solo le uova ed il latte, per un risultato semplice e delicato. Non avevo voglia di nient’altro e così ho proceduto mescolando la pasta con le uova sbattute insieme al latte e al formaggio grattugiato.

La frittata di spaghetti è così versatile da costituire la preparazione perfetta per diverse occasioni, dalle scampagnate al pranzo in spiaggia, dalla pausa pranzo in ufficio all’aperitivo serale, basterà tagliarla a quadrotti e servirla in un piatto da portata infilzata da stuzzicadenti colorati. E per finire vi consiglio una variante d’autore, la frittata di pasta di Sofia Loren.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>