Verdure sott’aceto e sott’olio: come fare le conserve in casa

Spread the love

verdure sottaceto sottolio come fare conserve casa

Questa estate ho voglia di dedicare una parte delle mie vacanze alla cucina. Ne approfitterò per preparare le verdure sottaceto e sottolio, ricette speciali che richiedono un po’ di impegno in più del solito, ma alla fine avrò delle conserve che magari mi saranno utili nel periodo invernale. Il momento è quello giusto: al mercato si trovano facilmente melanzane e peperoni di stagione, e con qualche carota e i cetriolini, ho pensato che potrei anche provare a preparare la classica giardiniera che si usa per condire l’insalata di riso. La ricetta è semplice, l’importante è essere scrupolosi nel seguire le istruzioni per evitare i rischi alimentari legati al proliferare dei batteri.

Le verdure sottacetto e sottolio sono delle preparazioni sempre utili da avere in dispensa perchè possono risultare indispensabili nel caso abbiate bisogno di un antipasto per una cenetta improvvisa, o semplicemente per arricchire un tramezzino da portare al mare. Per preparare una conserva sicura, e non correre il rischio dello sviluppo della tossina botulinica, è necessario sterilizzare bene i vasetti, che devono essere in vetro e con tappo a chiusura ermetica. Prima di utilizzarli devono essere ben lavati e asciugati e una volta che li avrete riempiti della vostra conserva, conservateli in un luogo fresco a asciutto. Quando le conserve sono a base d’aceto, il rischio è quasi nullo perchè le spore del botulino non sono in grado di germinare in ambiente acido (con ph inferiore a 4,5).

Per i sottoli invece, la procedura è leggermente più complessa e per non correre il rischio una volta riempiti i barattoli, questi ultimi andrebbero sterilizzati facendoli bollire in una pentola a bagnomaria, senza che vengano a contatto con l’acqua. Le tossine botuliniche infatti sono termolabili e si distruggono alla normale temperatura di cottura dei cibi. Bastano quindi 5 minuti di sterilizzazione a 80° per avere una conserva sicura. Se notate qualcosa di sospetto nelle vostre conserve, se l’olio ha fatto delle bollicine o le verdure sono molle o vischiose, o se notate anche solo un accenno di muffa, gettate via il barattolo insieme al suo contenuto. Ne vale la pena per salvaguardare la salute.

Lascia un commento