Torta al gianduia

di Ishtar 0



Volete provare un dessert super intrigante? La torta al gianduia è pronta a prendervi per la gola, e con il minimo sforzo. La ricetta della torta gianduia alle nocciole che vi propongo oggi è di Anna Moroni e proviene dalla Prova del cuoco. Si realizza con i soli albumi ed è subito pronta per fare la felicità di chi abbia la fortuna di assaggiarla. La torta al cioccolato gianduia rappresenta un dolce da provare almeno una volta nella vita.

Torta al gianduia


Ingredienti

250 g di farina 00 | 250 gr di albumi | 200 gr di zucchero | 100 g di cioccolatini alla gianduia tritati | 1 cucchiaio di cioccolato amaro | 75 g di olio di semi | 50 gr di acqua | ½ bustina di lievito per dolci

Preparazione

   Montare gli albumi a neve ferma insieme allo zucchero semolato, da unire poco per volta.

   Setacciare la farina insieme al cacao amaro in polvere ed al lievito. Tagliare il cioccolato gianduia a pezzetti ed infarinarli.

   Mescolare acqua e olio di semi ed unire parte delle polveri, mescolare e completare con le polveri rimaste.

   Unire adesso gli albumi montati precedentemente incorporandoli con movimenti circolari per non farli smontare.

   Trasferire in una teglia imburrata ed infarinata, porre sopra i cioccolatini e fare cuocere a 170-175 gradi per 45 minuti circa.

Si tratta, in realtà, di una ricetta un po’ insolita, almeno rispetto alle altre: non prevede i tuorli ma i soli albumi montati a neve con lo zucchero quasi a voler dare vita ad una sorta di meringa alla quale unire, poi, il resto degli ingredienti, compresi i cioccolatini tagliati a pezzi, che potrete sentire sotto i denti, morso dopo morso. La torta al gianduia può essere servita a fette, a fine pasto, accompagnata con dei ciuffetti di panna montata. Io ho preferito glassarla, a fine cottura, con del cioccolato fuso. Se amate i dolci al cioccolato o alle nocciole, non perdete anche:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>