Scopriamo una varietà di pane indiano attraverso The Millionaire: il chapati

di Ishtar Commenta

3164588757_bb96f6a9ab 

TEMPO: 20 minuti (più 1 ora di riposo)| COSTO: basso| DIFFICOLTA’:bassa
VEGETARIANA: SI | PICCANTE:NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Negli ultimi tempi raramente un film mi ha appassionato particolarmente, eccezion fatta per quello oggetto di questo articolo: The millionaire. Appena letto il titolo non sapevo che genere di film aspettarmi, ma devo dire che le mie impressioni sono state più che positive.

In sintesi Jamal, il protagonista, arrestato perché sospettato di imbrogliare al famoso gioco Il milionario,  viene interrogato dalla polizia. Mentre ripassa le domande una per una, inizia, attraverso vari flashback, a ricordare la storia  della sua vita  da bambino passata dapprima per le strade insieme al fratello Selim e Latika, una bambina di cui si innamorerà e perderà di vista salvo poi … forse è meglio che mi fermi quì. Non vorrei rovinare la sorpresa a chi non ha ancora visto il film.

Tra i vari momenti che gli tornano alla mente c’è questo: lui e Selim, il fratello, sono riusciti a scappare dalla banda che li ha imprigionati e che li avrebbe accecati se solo fossero rimasti lì,  e  con un espediente riescono a rubare qualche chapati

Il chapati è il pane indiano, forse la varietà più diffusa. E’ molto semplice da preparare e prevede l’utilizzo di pochi ingredienti facilmente reperibili.

Chapati

Ingredienti per 4 persone:

300gr. farina di frumento | 1 cucchiaino di sale | 50gr. di ghee | acqua q.b. |

LA PREPARAZIONE:

  1. Innanzitutto chiariamo cosa si intenda per ghee. Si tratta del burro chiarificato indiano. Si può preparare anche in casa mettendo a sciogliere 50 gr di burro a pezzi. Una volta che si sarà ricoperto di schiuma abbassare la fiamma e far cuocere a fuoco lento per 45 minuti. Filtrare il liquido ottenuto con una garza e conservarlo in frigo.

  2. Mescolare la farina setacciata con il sale ed impastarla aggiungendo poco alla volta il ghee e l’acqua tiepida. Ottenere una palla e farla riposare per circa 1 ora.

  3. Trascorso il tempo indicato, riprendere l’impasto lavorarlo per qualche minuto ed ottenere delle palline della grandezza di un mandarino. Stenderle con un mattarello fino ad ottenere dei dischi molto sottili.

  4. Cuocere i dischi su di una padella antiaderente, rigirandoli 3-4 volte. Devono risultare morbidi e dorati.

[photo courtesy of Flickr]

[Se sei un appassionato di cucina indiana leggi l’articolo sulla zuppa di lenticchie, e sul biryani d’agnello, per completare il pasto con la bevanda adatta, scopri il lassi]