Cotechino in crosta, la tradizione di Capodanno

di Fabiana Commenta



Viene associato soprattutto alle feste di Natale e di Capodanno perché simbolo di prosperità, ma il cotechino viene preparato tutto l’anno in regioni italiane come la Lombardia e l’Emilia. La ricetta di oggi è tradizionale perché il cotechino in crosta è semplice da preparare e si conferma un grande classico delle feste. 

cotechino in crosta funghi

Certo, in occasione del Capodanno il cotechino spopola su tutte le tavole italiane con il gusto inconfondibile, che deriva dal mix di  carni suine, lardo e cotenna, arricchito da sale, pepe e aromi.

Cotechino in crosta, la tradizione di Capodanno


Ingredienti

1 cotechino | 200 gr Funghi misti | Pasta per pizza o pasta brisèe | Prezzemolo - Aglio - Olio extravergine di oliva - Sale e pepe

Preparazione

  Immergete il cotechino all’interno dell’acqua per ammorbidirlo, lasciatelo riposare per almeno un paio di ore: praticate dei fori sulla superficie per poter eliminare il grasso in eccesso e avvolgetelo in un telo apposito da cucina.

  Lasciatelo sobbollire a fiamma molto bassa per un’ora e mezza. Quando sarà diventato tiepido potrete spellarlo facilmente.

  Preparate le patate e le carote lesse per il ripieno: lessate le verdure e poi lasciatele rosolare in una padella antiaderente con olio, aglio schiacciato, sale, pepe e prezzemolo tritato. Terminata la cottura eliminate l’aglio per non ritrovarvelo all’interno del vostro cotechino.

  Preparate la pasta per pizza o la pasta brisèe (perfetta anche quella pronta): stendetela sulla teglia foderata con la carta forno.

  Tagliate il cotechino per metà e farcitelo con il composto di patate e di carote, richiudetelo con l’altra metà e avvolgetelo del tutto nella pasta badando bene a richiudere bene i bordi. Spennellate la superficie con un po’ di olio e e lasciate cuocete in forno caldo a 190 gradi per circa 30 minuti.

  Tagliate a fette e poi servite quando è ancora ben caldo.

  Il tutto viene poi insaccato all’interno del budello naturale o artificiale. Viene servito con le lenticchie, simbolo di prosperità ovviamente viene servito con le lenticchie, come classico di fine anno, ma può essere abbinato anche ad altri tipi di verdure o di contorni. 

 

COTECHINO IN CROSTA CON I FUNGHI

COTECHINO, DUE RICETTE CONTRO LO SPRECO

POLENTA PASTICCIATA CON IL COTECHINO