Tempura di verdure di Chef Rubio

di Fabiana Commenta



Al via la terza edizione di Cucina in tutti i sensi, il formato di cucina che vede come protagonisti il famoso chef tatuato Chef Rubio, Debora Deborah Donadio, insegnante del LIS, la lingua dei segni e la Sous Chef ipovedente Serena Sacco. Anche stavolta la web Series mantiene inalterata la sua vocazione.

cucina chef rubio, tempera di verdure

Rendere le ricette accessibili a tutti anche ai non udenti e ai non vedenti attraverso serie di applicazioni screenreader che vengono associate alle video-ricette e che sono disponibili gratuitamente sul sito di Chef Rubio che fanno convertire le immagini e i testi in contributi audio per gli utenti non vedenti.

Tempura di verdure di Chef Rubio


Ingredienti

2 peperoni | 2 carote | 2 zucchine - 8 fiori di zucca | 8 foglie di salvia | 500 grammi di farina di riso | Acqua frizzante fredda un litro | per la salsa agrodolce: | miele di acacia 150 grammi - aceto di miele 150 grammi

Preparazione

  Si comincia lavando la verdura e tagliando a pezzetti le verdure in modo molto regolare per una cottura perfetta: i tagli non devono essere né troppo sottili né troppo spessi.

  Versate la farina di riso in una ciotola e aggiungetevi l’acqua frizzante fredda continuando a mescolare per rendere la pastella già croccante. Per ottenere una nuova tempera la pastella deve essere non troppo densa.

  Ora fate arrivare a temperatura l’olio. Preparate i fritti immergendo ogni pezzetto di verdura nella pastella e cominciate a friggere il tutto. Muovete in continuazione le verdure nella padella rigirandole, ma non toglietele dalla padella fino a quando non si sarà formata una bella crosticina.

  Estraete le verdure dalla padella e poi lasciatele assorbire sulla carta da cucina. Aggiungete eventualmente una bella salsa agrodolce a base di miele e aceto di miele.

Insomma, la cucina come elemento di interazione  anche nella terza serie della web serie realizzata con il sostegno di Peroni. Oggi proponiamo la ricetta della tempera di verdure secondo Chef Rubio: le origini della tempura sono legate al digiuno di alcuni periodi dell’anno liturgico e i missionari per ingannare la fame inventarono delle frittelle di verdure. In Giappone la popolazione si appropriò della ricetta trasformandola nella frittura che conosciamo ancora oggi.

TEMPURA DI VERDURE IN TEMPURA DI ANNA MORONI

TEMPURA DI VERDURE MISTE E FUNGHI

CAPONATA VELOCE IN BARATTOLO