Vellutata di scarola e patate

di Ishtar 0



La vellutata di scarola e patate è un piatto appagante e corroborante come pochi, adatti al freddo autunnale. Amo la scarola e non perdo occasione per introdurla ovunque nei miei piatti, in particolare nei contorni, nei quali mi basta accompagnarla con pochi ingredienti, come ad esempio le olive, l’uvetta o i pinoli per dare vita ad una pietanza accattivante. Ma tornando alla vellutata, questa risulta cremosa quanto mai, grazie alla presenza delle patate che toglie l’incombenza di dovere ricorrere ad altri metodi ben più calorici.

Vellutata di scarola e patate


Ingredienti

250 g di patate | 1 testa di scarola | 1 cipolla | 50 ml di latte | 1 l di brodo vegetale | sale e pepe | olio extravergine di oliva

Preparazione

  Fare appassire la cipolla affettata in una pentola con l'olio quindi unire le patate tagliate a cubetti e coprirle con il brodo. Dopo una decina di minuti unire anche la scarola tagliata a pezzi.

  Fare cuocere fino a quando le verdure diventano tenere quindi frullare il tutto con il minipimer.

  Regolare di sale e pepe, aggiungere il latte e mescolare bene. Nel caso in cui la vellutata risulti troppo densa aggiungere del latte.

  Completare con olio e crostini e servire.

Nonostante questo la vellutata di scarola e patate è particolarmente saziante e si presta ad una cena appagante con poco. Accompagnatela sono con dei crostini ed un filo di olio ed avrete risolto. La vellutata ottenuta è perfetta anche per i bambini: presentatela loro con qualche piccolo accorgimento per renderla più appetibile ai loro occhi. Provate anche, sullo stesso genere, la vellutata di finocchi con crostini all’aglio, la vellutata di patate (che piace a tutti) e la vellutata di castagne con patate fritte e bacon.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>