Pausa pranzo in ufficio per 7 italiani su 10 con la “SchiChic”

Pausa pranzo ufficio 7 italiani su 10 SchiChic

Molti sono coloro che trascorrono la pausa pranzo in ufficio. Ma se credete che la si risolva con un panino unto e bisunto o con piatti preconfezionati, vi sbagliate. Da una recente indagine promossa dal “Polli Cooking Lab”, l’Osservatorio sulle tendenze alimentari dell’omonima azienda toscana, si scopre come non solo a mangiare in ufficio siano ben 7 italiani su 10 ma che la tendenza attuale consista nel portarsi dietro delle pietanze appositamente preparate a casa, di modo che che risultino sane e leggere.

Cosa mangiare a pranzo in ufficio

cosa mangiare pranzo ufficio

E’ una domanda che in molti giornalmente si pongono, specie chi è abituato a passare la pausa pranzo in ufficio. Chi non ha la fortuna di avere la mensa a disposizione e chi non ha la possibilità di recarsi a comprare qualcosa di pronto vicino l’ufficio deve per forza attrezzarsi. Ecco qualche idea su cosa mangiare a pranzo in ufficio. Si tratta per lo più di piatti che possono essere tranquillamente preparati con anticipo e gustati a pranzo al naturale o scaldati.

Gli italiani preferiscono mangiare a casa, e voi? Sondaggio

Italiani preferiscono mangiare a casa sondaggio

La mamma (o il papà) davanti ai fornelli ed il pranzo fumante pronto in tavola. Ecco l’immagine che ho davanti agli occhi, e probabilmente quella che ha una elevata percentuale di italiani, quando penso ai miei pranzi e cene. L’avreste mai detto che la maggior parte degli italiani preferisse consumare i propri pasti in casa, presso il tanto caro focolare domestico? E’ proprio questo che emerge in base ad uno studio condotto da Foodsaver, azienda che si occupa dei sistemi di confezionamento sotto vuoto, su 199 donne tra i 35 ed i 54 anni, residenti a Roma e Milano. La maggior parte delle intervistate che ha dichiarato di pranzare in casa anche durante la settimana vive a Roma. Il 99,5 % delle intervistate ha dichiarato di consumare la cena in casa propria, percentuale che scende leggermente, seppur di poco (97%) nel fine settimana.

Bento, mangiare divertendosi in ufficio, a scuola o ad un pic-nic

bento

Le vacanze pasquali sono finite e tutti torniamo in ufficio o all’università, e i nostri figli a scuola. Torniamo quindi a mangiare fuori casa, un panino al bar, un’insalata imbustata da portarsi dietro o un ristorante pagato dall’ufficio che serve piatti che proprio non digeriamo. Ma c’è un’alternativa simpatica e gustosa, per noi e per i vostri figli che alla mensa non mangiano mai niente: il bento.

Bento? Cos’è?” Forse non sapevate che si chiamava così ma lo avete visto tantissime volte nei celebri cartoni animati giapponesi: sono quelle scatole, quei lunch box, in cui le mamme preparano le palline di riso, di sushi, di verdure o di carne, sistemando gli alimenti in modo quasi artistico.

In Giappone sono molto comuni: ne esistono di diverso tipo, per bambini e per adulti, monoporzione o a più piani per le occasioni speciali (se siete invitati e dovete portare qualcosa da mangiare oppure se uscite per un pic-nic). Generalmente all’interno vanno messi il tradizionale riso, una porzione di carne o pesce o tofu, delle verdure, che possono essere sott’oli o cotte al vapore, ed un dolcetto, caramelle o un pezzetto di torta.