Le migliori ricette per i biscotti di Natale

migliori ricette biscotti Natale

Natale è ormai alle porte. Io ho iniziato la mia produzione biscottifera già da qualche tempo ma continuo a sfornare piccole delizie. Negli ultimi anni è stata mia usanza preparare diverse varietà di biscotti di Natale e regalarle ai miei cari. Le migliori ricette provate finora sono quelle ripropongo ogni anno, perchè so di andare sul sicuro. Ecco una piccola rassegna di quelli più gettonati, con i quali so sempre di fare bella figura, ed che in alcuni casi mi vengono, molto velatamente, richiesti.

Gingerbread man allo zenzero, biscotti per Natale

gingerbread man zenzero ricette natalizie dolci

I pupazzetti allo zenzero, anche noti come gingerbread man o come omini di pan di zenzero, sono proprio quei biscottini a forma di omino, che avrete sicuramente riconosciuto grazie all’immagine e che nel nostro paese hanno raggiunto la fama grazie al ben noto film d’animazione “Shrek”! Dopo questa brevissima introduzione è quasi inutile che io vi dica che preparare questi biscotti nei giorni che precedono il Natale insieme ai vostri bambini sarà divertentissimo e loro li adoreranno anche perché potranno decorarli in mille modi grazie alla semplice glassa preparata con lo zucchero a velo e che potrete colorare con il colorante alimentare.

Dolci natalizi: la gingerbread house, in cucina con i bambini

gingerbread house

 

Ogni Natale che si rispetti vede la presenza dei gingerbread man, i famosi biscottini di pan di zenzero a forma di omino, che abbiamo imparato anche a conoscere tramite i cartoni in tv. Io li trovo simpaticissimi anche perchè mi viene naturale associarli al cartone animato Shrek, anzi, vi dirò che mi fanno pure una certa tenerezza. Di sicuro durante questo periodo ne vedremo a bizzeffe sia nelle pasticcerie che come addobbi degli alberi di Natale, anche se non fanno propriamente parte della nostra tradizione. Ma in questa sede non vorrei parlarvi di questi teneri omini, bensì vorrei porre l’attenzione sul fatto che la pasta frolla base per prepararli può servire anche per costruire la loro casetta. Tranquilli, ginger rimane sempre un blog di cucina, non vi sto invitando ad andare alla ricerca di cemento e mattoni, per la costruzione della gingerbread house vi serviranno farina, spezie e tante caramelle. Se avete dei bambini, questo sarà un invito a nozze per loro ed una buona occasione per passare un pò di tempo insieme in cucina e per poterli spronare e stuzzicare la loro fantasia oltre che la loro creatività.

La storia di GingerMan, l’omino di pan di zenzero

La storia di GingerMan, l’omino di pan di zenzero

C’era una volta una vecchina che un bel giorno decise di cucinare un biscotto di pan di zenzero a forma di omino. Quando però la cottura era quasi terminata la vecchina sentì una vocetta arrivare dalle profondità del forno: “Mammia che caldo che fa qui…Fammi uscire!” La vecchina incuriosita aprì il forno e vide un biscotto a forma di omino scappare gridando: “Corri pure, tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero!” Tutte le urla della vecchina al suo indirizzo furono inutili.

Nella sua fuga l’omino di pan di zenzero incontrò una mucca che, non appena lo vide, cercò di mangiarlo, ma lui continuò a fuggire, dicendo con un tono quasi cantilenante “Corri pure tanto non mi prendi, sono l’omino di pan di zenzero.” Ben presto alla rincorsa dell’omino di pan di zenzero c’erano non solo la vecchina e la mucca, ma anche un cavallo ed un maiale, tutti con l’acquolina alla bocca. E l’omino canticchiava correndo “correte più che potete, tanto non mi prendete, sono l’omino di pan di zenzero!

Ad un certo punto si trovò davanti ad un fiume ed una volpe si avvicinò e si offrì di aiutarlo a fuggire, trasportandolo sul suo dorso fin sull’altra sponda. L’omino di pan di zenzero tutto felice saltellando e ringraziando la volpe le montò sul dorso. Arrivati a metà del fiume la volpe disse al biscotto: “l’acqua sta diventando un po’ profonda e tu ti scioglierai se ti bagni, arrampicati sul mio naso così sarai al sicuro.L’omino di pan di zenzero fece come gli aveva detto la volpe e quest’ultima se lo pappò in un sol boccone.