Gelato, storia cultura e tradizione

gelato storia cultura tradizione

Le origini del gelato si perdono nella notte dei tempi. Già gli antichi romani mescolavano il ghiaccio tritato finemente con il miele insieme ad un’altra porzione di ghiaccio mescolato con succo di frutta. In questo modo realizzavano una sorta di crema ghiacciata che divenne molto popolare. Furono invece gli Arabi a creare un gelato raffinato e leggero a cui aggiunsero lo zucchero e nuovi succhi di frutta, tra cui quelli agli agrumi. Ma fu soltanto nel Rinascimento che l’arte di fare il gelato si diffuse e diventò di moda in tutte le corti italiane dell’epoca. I “Favolosi dolci ghiacciati” di Bernardo Buontalenti a base di zabaglione e frutta, ebbero uno straordinario successo, e le sue ricette da Firenze  si diffusero in breve tempo in tutta Europa.

Gelato fritto, ricetta originale cinese

gelato fritto ricetta originale cinese

Chi non frequenta abitualmente i ristoranti cinesi, avrà un attimo di stupore davanti alla ricetta del gelato fritto. Come si fa a friggere il gelato? Eppure i cinesi ci sono riusciti e hanno inventato una ricetta un po’ strana per la verità, eppure abbastanza golosa. Si tratta di prendere una pallina di gelato ancora congelato, immergerla in una pastella molto densa e poi friggerla in olio di semi. Fuori una crosta croccante e bollente, dentro un gelato cremoso. Il primo boccone sembra strano, poi arriva la voglia irresistibile di mangiarlo tutto. E magari di fare il bis. Prepararlo in casa non è difficile, e con qualche accorgimento anche voi sarete in grado di preparare un gelato fritto originale cinese!

La torta all’arancia con il gelato al cioccolato


Una mia cara amica sostiene sempre questa regola d’oro: se hai molte persone a cena allora prepara solo alcune cose ed altre prendile già fatte. So che vi può sembrare strano ma io trovo che sia davvero una regola eccellente, si tratta in fondo di semplice buon senso e vedrete che vi aiuterà a godervi maggiormente la serata e a non stancarvi in modo esagerato. Ed allora proprio seguendo questa regola ho pensato a questo dolce che io trovo davvero fotonico in tutti i sensi: é buonissimo, é versatile e se prepara rapidamente. L’unico suggerimento é che dovete avere o una planetaria o delle ottime fruste elettriche da pasticcere. Per quanto riguarda poi il gelato al cioccolato acquistatelo dal vostro gelataio di fiducia e mi raccomando che sia fondente, perché in questo modo metterà ancora più in risalto l’aroma di arancia della torta.

Un’estate al sapor di cioccolato

Medici e dietologi sono tutti d’accordo: il cioccolato è un alleato del benessere, che in quantità moderate (uno o due quadratini al giorno, per non rischiare di litigare con la bilancia) puoi concederti senza sensi di colpa. È ricco di sali minerali, soprattutto fosforo, calcio e magnesio, che si trovano racchiusi nei semi del cacao, spiega la dottoressa Diana Scatozza, specialista in Scienza dell’alimentazione. In più, è antidepressivo e stimolante, grazie al contenuto di teobromina, una sostanza che appartiene alla stessa famiglia della caffeina, anche se ha un effetto eccitante più blando.
Non tutti sanno, poi, che il cioccolato è un vero concentrato di flavonoidi, preziose sostanze dalle virtù antiossidanti che migliorano la circolazione sanguigna, a tutto vantaggio del buon funzionamento dell’apparato cardiovascolare. Già, ma d’estate? In questa stagione, di solito, il cioccolato sparisce dai supermercati perché patisce le alte temperature. Come fare, allora, per apprezzarne comunque il gusto e le virtù? Una valida alternativa può essere il gelato al cioccolato, spiega la dottoressa Scatozza.