Topinambur, patate e carciofi in crumble

di Redazione 0

purè topinamburQuando c’è bisogno di una ricetta leggera ho sempre la sensazione che sia impossibile trovare un giusto compromesso tra leggerezza e gusto, ma la mia fantasia oggi ha dato vita a questo crumble di topinambur, patate e carciofi e confesso che sono molto soddisfatta del risultato. Anche se non è esattamente una ricetta light – a causa delle dosi di olio e farina – resta in ogni caso una ricetta abbastanza leggera per un secondo piatto fuori dal comune, che non sia a base di carne o pesce. Il crumble salato è un’esperimento che faccio per la prima volta. In realtà ero abituata a concepire i crumble solo come ricette dolci a base di frutta ma oggi mi sono ricreduta. Il crumble di topinambur, patate e carciofi è la mia nuova ricetta preferita e la preparerò ancora qualche altra volta, fino ad ottenere il risultato perfetto!

La ricetta del crumble di topinambur, patate e carciofi è molto semplice, avrete da perdere solo il tempo necessario per pulire per bene i topinambur e i carciofi e sbucciare le patate. Per pulire accuratamente i topinambur spazzolateli con una spazzolina da cucina sotto l’acqua corrente, oppure raschiate la superficie con un coltello affilato. Lavateli e affettateli a rondelle sottili e metteteli a bagno in acqua acidulata con il limone perchè la loro superficie tende ad annerirsi esattamente come succede per i carciofi. Fate prima stufare le verdure in padella, poi completate la cottura in forno ricoprendole di un miscuglio di farina e olio evo o burro fuso, per creare le caratteristiche bricioline del crumble. Il risultato finale deve essere uno sformato con una superficie molto croccante e un interno morbido e profumato. Profumate con erba cipollina, rosmarino, pepe verde e un pizzico di aneto se vi piace.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>