Plumcake salato vegetariano

di Anna Maria Cantarella 0



Il plumcake salato vegetariano è una torta  rustica che mi piace particolarmente. Si prepara facilmente e in poco tempo, e poi è saporito e anche abbastanza economico oltre che bello da portare in tavola. Questa ricetta povera è nata come piatto di recupero, contenitore di avanzi in sostanza. Dentro ci potete mettere tutto quello che rimane in frigo o nel pranzo precedente, perchè un plumcake salato si presta a innovazioni e sperimentazioni, visto che basta aggiungere o sostituire un ingrediente per ottenere un risultato nuovo e creativo.

plumcake salato vegetariano


Ingredienti

uno scalogno | 500 gr. pomodori pelati | 1 cucchiaio vino rosso | zucchero | sale | 30 gr. olive nere (oppure 60 gr di acciughe sott'olio sgocciolate) | 200 gr. ricotta | 2 cucchiaio prezzemolo tritato | 3 uova | 150 gr. farina 00 | una bustina di lievito per torte salate | olio evo | 125 gr. latte

Preparazione

  Preriscaldate il forno a 180 gradi. Tritate lo scalogno e fatelo appassire in padella con poco olio.

  Scolate i pelati e uniteli al soffritto. Cuocete a fuoco medio fino ad ottenere un sughetto asciutto e denso. Aggiungete un pizzico di sale, uno di zucchero, il vino. Mescolate e alzate la fiamma per fare evaporare il vino. Poi spegnete il fuoco e fate intiepidire.

  Tagliate le olive a pezzettini (oppure tagliate le acciughe) e unitele alla salsa. A parte, sbattete le uova con la farina setacciata e il lievito. Versate un filo d'olio e il latte tiepido nell'impasto, quello che basta per renderlo cremoso, e amalgamate questo composto con la salsa. Profumate con il prezzemolo tritato.

  Versate il composto in uno stampo per plumcake. Aggiungete la ricotta a pezzetti sulla superficie e infornate per circa 45 minuti.

La differenza tra una torta rustica, o torta salata, e un plumcake salato è semplice. Oltre all’evidente differenza dello stampo, la torta salata si prepara con una base di pasta sfoglia o pasta brisèe, mentre il plumcake è fatto di un impasto che in forno si solidifica come una torta e che poi potete tagliare a fette. Entrambe le preparazioni sono perfette per una cena in piedi, per un picnic o per un antipasto che si mangia con gli occhi, tanto sono buone. La versione che vi propongo è una ricetta di Anna Moroni, che però io ho modificato con un impasto a base di pomodoro, ricotta e olive nere. Ho sostituito le acciughe co le olive perchè non amo molto il gusto del pesce, ma le acciughe sott’olio ci stanno benissimo e vi faranno ottenere un sapore che somiglia vagamente alla pizza alla napoetana con le acciughe. E’ un piatto molto semplice e dai sapori genuini, molto economico e soprattutto poco calorico: appena 255 calorie a persona.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>