Uova affogate ricoperte di besciamella

di Redazione 0

Abbiamo già parlato delle uova affogate, o in camicia, e della delicatezza con cui devono essere preparate. Un breve riepilogo. Le uova devono essere freschissime, sia perché il tuorlo resterà un po’ crudo, quindi è meglio mangiare delle uova fresche se non sono completamente cotte, sia perché un uovo veramente fresco si riconosce proprio dal tuorlo: inserendo con delicatezza un dito potrete notare la sua compatezza e resistenza, cosa che invece non accade con le uova che non sono fresche. Provate a valutare voi stessi quanto sono davvero fresche le uova che vi vendono utilizzando questo piccolo trucco, così potrete anche decidere se acquistarle sempre nello stesso posto! Detto ciò, visto che l’uovo dovrà rimanere intero sia quando lo romperete in un piattino che quando lo verserete nell’acqua la compattezza del tuorlo è fondamentale.

Ricordate, se l’uovo si rompe la frittata è fatta! Non potrete utilizzarlo per le uova affogate, mettetelo da parte per un’altra preparazione. Inoltre, per facilitare il processo di rapprendimento aggiungete pochissimo aceto all’acqua, l’acidità favorirà la cottura, molto particolare, delle uova.

Queste uova andranno un po’ maneggiate, quindi non solo la cottura sarà delicata ma anche il procedimento successivo. Preparatele solo se avete un po’ di tempo a disposizione e se non verrete interrotte, sarebbe terribile cuocere perfettamente le uova in camicia e poi vedersele rotte in una mano, mentre le spennellate, per una sbadataggine data dalla fretta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>