Pesce spada ai profumi d’oriente, per una romantica serata a lume di candela

di Roberta Chiarello 2



 

Qualche sera fa, io e mio marito abbiamo festeggiato il nostro quinto anniversario, e per l’occasione, ho voluto richiamare il tema del nostro primo incontro, avvenuto in un ristorante cinese del centro di Palermo.

Ovviamente, allora eravamo si sicuro molto più freschi, rilassati e riposati, e di certo, non vi erano bimbi che ci venivano a chiamare per una infinità di cose!

Ma il bello di essere una famiglia e, ancor di più, di essere genitori è proprio tutto questo

Quindi tra :

mamma, ho sete mi porti l’acqua…

papà, mi racconti una favoletta….

mamma, se non mi dai un bacetto non riesco a dormire….

papà, mi accendi la lucina….

mamma, io non ho sonno, posso stare di la con voi….

siamo comunque riusciti, accontentando, quasi tutte, le richieste dei pargoli, e dopo averli messi a nanna, a creare, molto silenziosamente, un’ atmosfera magica, proprio nella nostra cucina! Qualche candela, un po’ di musica quasi impercettibile ed un ottimo vino, ci hanno fatto da cornice, mentre gustavamo questo particolare trancetto di pesce spada all’orientale arricchito dalla salsa di soia e dallo zenzero, dal sapore delizioso e molto, molto intrigante.

 

pesce spada orientale


Ingredienti

2 fette di pescespada | 1 bicchiere succo d'arancia | 2 cucchiaio salsa di soia | 1 cipolla tagliata fine | 1 cucchiaino zenzero | carote tagliate julienne | 60 gr. cavolo a striscioline | pepe bianco | 1 pizzico sale

Preparazione

  Portare all'ebollizione due bicchieri d'acqua con il succo d'arancia. Aggiungere la cipolla, la salsa di soia e lo zenzero (foto 1), aggiustare di pepe e far continuare la cottura a coperchio chiuso e a fiamma bassa per 15 minuti circa.

  Adagiate sul fondo del tegame le fette di pesce spada e copritele con il cavolo e le carote (foto 2), aggiustate di sale e fate cuocere a fiamma media per alti 15 minuti.

  Servite il pesce caldo con de verdure come contorno e un cucchiaio di salsa di soia.

 

Con questo piatto dal sapore e dagli ingredienti insoliti , noi abbiamo bevuto un I.G.T Siciliano bianco freddissimo, sto parlando di un Lisca Bianca, un Inzolia delle cantine Maremonti.

Questo vino ha un colore brillante con delle sfumature verdognole molto evidenti, ed un dolce e delicato profumo di frutti bianchi dalla polpa matura come la pesca.

 

 

Commenti (2)

  1. Per cavolo cosa intendi? Il cavolfiore? Il cavolo Cappuccio?

  2. @ Luca:
    il cavolo cappuccio, quello con le foglie lisce e binche. 😉

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>