Trucchi e consigli per realizzare le uova colorate pasquali

di Pyondi 2

Mai una Pasqua senza uova, come possono mancare. Religiosa, sociale o culturale che sia, questa tradizione delle uova sembra affondare le sue radici dalla notte dei tempi.  Ma perchè colorare e decorare le uova di Pasqua?

Si narra che Maria Maddalena, con altre donne, fosse andata al sepolcro di Gesù. Trovandolo vuoto, corse alla casa dei discepoli annunciando la straordinaria scoperta. Pietro allora la guardò incredula e  disse “Crederò a quello che dici solo se le uova contenute in quel cestello diverranno rosse.”

E  le uova si colorarono di rosso.

Ogni cultura ha fatto sua questa tradizione di decorare e regalare le uova per Pasqua: uova rosse in In Grecia (sangue di Cristo), uova verdi in Germania ed Austria, disegni geometrici blu e bianchi o rossi e bianchi nei paesi dell’Est Europa… La tecnica più antica e più diffusa era quella far bollire le uova ricoperte da foglie e piante, in modo ch il guscio rimanessero le sfumature e i pigmenti vegetali.

Antica tradizione quindi questa di colorare le uova di Pasqua. Ecco come farlo usando ingredienti naturali, per ottenere delle colorate e commestibili uova pasquali. Tutto quello che vi serve :

  • uova fresche
  • aceto bianco
  • spezie
  • frutta
  • verdura
  • albumi
  • vecchi collant
  • foglioline a piacere (tipo prezzemolo)
  • spago, fili, nastri
  • miele
  • ritagli, perline

Utilizzando frutta, verdura e spezie, si possono ottenere colori intensi e brillanti, mantenendo commestibili le nostre opere d’arte.

  • uova gialle con curcuma, zafferano o cipolle gialle;
  • uova rosa scuro con barbabietole, ciliegie, mirtilli o karkadè ;
  • uova verde chiaro spinaci freschi
  • uova verde-oliva con buccia di cipolla rossa
  • uova blu dal cavolo rosso;
  • uova viola con il succo d’uva;
  • uova marrone dal caffè, dal tè o dai semi di cumino.

Procedura per ogni singola colorazione: riempire per metà una grossa pentola d’acqua,  poi uova e l’ingrediente che determinerà il colore. Bollire per mezz’ora. Aspettare che si sia freddato il tutto( per evitare che i gusci si rompano). In un pentolino, versare due cucchiai di aceto e acqua, con delicatezza porre le uova, cuocere a fuoco moderato per 10-15 minuti e lasciape poi raffreddare le uova nel loro liquido. L’intensità del colore è data dalla concentrazione e dalla quantità dell’ingrediente colorante.

Per ottenere delle decorazioni e disegni  particolari ricoprite le uova (prima della cottura) con spago, fili , foglie, collant…. Le parti coperte non verranno colorate, rimarranno color guscio. Questa tecnica è perfetta con le uova bianche. Per ottenere uova lucide e brillanti, spennelatele con un po’ di albume e fatele seccare.

Volete decorare le vostre uova con perline, fiorellini, disegni? No problem, aspettate che si asciughino e munitevi di miele e un pennellino: basta una goccia e potrete attacare sul guscio colorato tutto quello che vorrete.

(Non mettere mai la colla direttamente sul guscio, è poroso ed assorbirà le sostanze nocive.)

Bene, ecco le super-uova sode colorate decorate e pronte da regalare, usare come segnaposto, creare un centrotavola, o semplicemente mangiare.

Auguri!

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>