Il pranzo di Natale nel Lazio con l’abbacchio al forno con patate.

di Anna Maria Cantarella 0



Oggi parliamo di una ricetta davvero tradizionale e conosciutissima. L’abbacchio al forno con patate, insieme all’abbacchio a scottadito, è una delle ricette laziali più conosciute e apprezzate in tutta Italia. Per chi non lo sapesse, l’abbacchio è un agnello destinato al macello ed è considerato una vera specialità della cucina tradizionale romana. È un prodotto alimentare famoso nella tradizione agricola di Roma e in generale di tutta la regione Lazio. Fin dai tempi antichi, l’abbacchio romano rispecchia l’importanza che ha l’allevamento ovino nel Lazio e la fede verso un prodotto di prima qualità, nell`Agro Pontino infatti sono presenti degli allevamenti di agnello molto rinomati ed antichi. Il termine abbacchio probabilmente, deriva dal latino baculum, il palo dove i pastori legavano gli agnelli per assicurarsi di non farli scappare. Si tratta di una carne tenerissima perchè si ottiene da agnelli giovanissimi che ancora non brucano l’erba e si nutrono solo di latte materno. Il profumo invitante di questa pietanza ed il suo aspetto succulento ed ambrato, sono in perfetta armonia con il clima gioviale tipico delle festività, quando tutti si riuniscono attorno al tavolo riccamente imbandito. La sua carne di colore rosa tenero è particolarmente adatta ad una cottura al forno ma può essere cucinato anche alla cacciatora oppure si possono cucinare le costarelle con una ricetta tipica della cucina romanesca. La tradizione romana prevede che l’abbacchio o agnello al forno sia una ricetta tipica del periodo natalizio e  pasquale.

Abbacchio al forno con patate


Ingredienti

1,5 kg. carne di abbacchio | 1 kg. patate | 2 spicchi aglio | 4 rametti rosmarino | foglie d'alloro | 1 bicchiere vino bianco | sale, pepe e olio evo

Preparazione

  Disponete l`agnello in una teglia piuttosto capiente. Bucherellate la carne, e nelle fessure ottenute, inserite gli spicchietti d`aglio ed i pezzetti dei rami di rosmarino. Disponete i restanti rametti di rosmarino e le foglie d`alloro nella teglia, attorno all`abbacchio per insaporire la carne. Cospargete a questo punto con l`olio extravergine d`oliva, il sale ed il pepe. Infornate a 180 °, e lasciate cuocere l'abbacchio per circa 20 minuti.

  Mentre l'abbacchio cuoce, sbucciate le patate e fatele a spicchi grossi.

  Trascorsi i 20 minuti, togliete la teglia dal forno, aggiungete le patate, e rimettetela nuovamente in forno facendola cuocere per altri 40 minuti circa. Durante questa seconda fase di cottura della carne, cospargete il vino bianco sull`abbacchio.

  Servite caldissimo.

Per una riuscita ottimale di questa ricetta, bisognerebbe cuocere l’abbacchio in un forno a pietra come vuole la tradizione, ma cucinato nei comuni forni di casa e cosparso dei giusti aromi è comunque buonissimo. Per la preparazione dell`abbacchio occorre pazienza ed un po` di tempo a disposizione. La carne di agnello infatti deve essere frollata per bene e deve assorbire per bene gli aromi di cui viene cosparsa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>