Torta di San Martino

di Ishtar 0



Pronti per festeggiare San Martino? Oggi vi propongo questa torta che, come da tradizione, viene realizzata per l’occasione. Si tratta di un dolce appartenente alla cucina povera, quella nell’ambito della quale non si butta via niente ma che è anzi capace di esaltare i comuni ingredienti di utilizzo quotidiano. Una torta a base di pane raffermo, con mandorle, canditi e tanto altro, perfetta da gustare a fine pranzo o cena con un buon bicchiere di vino appena spillato.

Torta di San Martino


Ingredienti

400 gr di pane raffermo | 200 gr di mandorle | 1 lt di latte | 200 gr di zucchero | 100 gr di frutta candita | 2 uova | cannella | noce moscata

Preparazione

  Fare scaldare il latte in un pentolino. Nel frattempo tagliare il pane a pezzi e metterlo in una ciotola capiente quindi coprirlo con il latte caldo e fare riposare per circa 15 minuti.

  Una volta morbido strizzarlo e porlo in una pentola schiacciandolo con l'aiuto di un cucchiaio di legno, fino a ridurlo in crema.

  Unire le uova, lo zucchero, i canditi tritati, le mandorle tritate finemente e le spezie in polvere e mescolare bene.

  Versare il composto in una tortiera imburrata ed infarinata livellando bene e fare cuocere per 50 minuti a 150 °C.

La torta di San Martno è di facile esecuzione: dopo avere messo a bagno il pane a pezzi nel latte caldo, una volta ammorbidito andrà mescolato con il resto degli ingredienti, quindi cotto in forno a lungo ed a bassa temperatura. La torta di San Martino è ottima sia da calda che da fredda. Spolveratele con dello zucchero a velo poco prima di portarla in tavola e non fate mancare abbondante cannella e noce moscata all’interno dell’impasto. Provate anche, sullo stesso genere, la torta di pane raffermo con uvetta e la torta di pangrattato al cioccolato ed amaretti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>