Dolci fritti, crema fritta alla veneziana

di Anna Maria Cantarella 10



Dopo giornate ad alta densità di ricordi e pensieri, oggi vi lascio in compagnia di un dolce che personalmente, trovo delizioso. Stranamente, anche se parliamo di un fritto, riesce a rimanere delicato e non stucchevole. E in effetti il difetto dei dolci fritti è che spesso sono troppo unti, eccessivamente dolci e diciamolo pure, anche un po’ difficili da digerire. La crema fritta alla veneziana invece sorprende perchè non ha nessuno di questi difetti. Non so perchè quando la mangio mi affiorano alla mente ricordi ancestrali, forse da bambina ne ho fatto scorpacciata, o forse il sapore e il profumo mi ricordano qualcosa che ancora non ho ben chiaro. Sta di fatto che è buonissima, provatela e vedrete che sarete d’accordo con me. Dolce di antica tradizione, che si consuma solitamente da Natale a Carnevale, secondo me è perfetto in qualunque periodo dell’anno. In più, visto che il tempo è tiranno e abbiamo sempre una serie infinita di cose da fare, questa ricetta è perfetta perchè non richiede lunghi tempi di preparazione. 

crema fritta alla veneziana


Ingredienti

200 gr. farina | 150 gr. zucchero | 4 tuorli d'uovo | scorza grattugiata di un limone | un litro e mezzo latte | 2 albumi | 100 gr. pangrattato finissimo | olio per friggere

Preparazione

  Mettete in una casseruola i tuorli con lo zucchero, la scorza di limone e sbattete il composto a lungo e con energia. Poi aggiungete la farina a poco a poco e il latte. Ponete sul fuoco facendo bollire il composto finchè vedrete la crema addensarsi.

  Versate la crema su una spianatoia livellandola in uno strato di due centimetri. Lasciatela riposare.

  Quando la crema sarà ben addensata tagliatela a quadrettini o a losanghe e passatela nell'albume sbattuto e poi nel pangrattato.

  Friggete la crema a fuoco vivo e servitela ben calda, dopo aver lasciato asciugare l'unto di cottura su un foglio di carta assorbente.

La crema fritta alla veneziana è un dessert che può essere consumato indifferentemente sia caldo che freddo. La consuetudine vuole che queste frittelle, cotte all’ultimo momento, chiudano il pasto con un vino passito.

Commenti (10)

  1. crema fritta alla veneziana: ipocalorica!!!!!! lol

  2. che pazzia……………………………………………..

  3. ottimi i dolci di carnavale, paola sei una bomba.Mandi Vinicio

  4. provata e ben gustata

  5. non sono molto daccordo sul fritto……………………………………..

  6. mi piace solo mangiarle

  7. sie@ vinicio:
    sei un birba

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>