Polpettine alle erbette

di Claudia 2

polpettine-alle-erbette

TEMPO: 1 ora circa | COSTO: medio | DIFFICOLTA’: media

VEGETARIANA: SI | PICCANTE: NO | GLUTINE: SI | BAMBINI: SI


Le Erbette sono un tipo di verdura che ricorda gli spinaci, infatti durante la stagione estiva li sostituiscono. La differenza principale è che hanno meno foglie di scarto. Appartengono alla famiglia della coste, e vengono chiamate anche Bietole.

Vanno pulite come gli spinaci, eliminando le foglie esterne, quelle più scure e quelle avvizzite, e anche la parte finale del gambo. Si fanno lessare in acqua bollente, volendo far risaltare il loro sapore si può usare la stessa acqua in cui sono state sistemate per il lavaggio. Come quando si lessano verdure simili a questa solitamente lo si fa salando l’acqua e poi lasciandole cuocere a fiamma sostenuta lasciando la pentola scoperta. Possono poi essere cucinate come gli spinaci, usate nelle minestre, per farcire e insaporire piatti di carne. Per non perdere il colore verde brillante delle loro foglie prima di lessarle basta passarle sotto un getto di acqua fredda.

Questa ricetta è molto saporita e originale, e come sempre quando di parla di verdure e bambini presentando a tavola delle verdure fritte, a forma di polpettine e con un sapore non troppo “da verdura” si possono conquistare anche i loro palati.

Polpettine alle erbette

Ingredienti per 4 persone:

1 kg. di erbette | 200gr. di latte | 30gr. di burro | 30gr. di farina bianca | 4 cucchiaite di formaggio grana | 3 uova | pane grattuggiato | olio di semi per friggere | sale, pepe, spezie q.b.

LA PREPARAZIONE:

  1. Pulire le erbette, lessarle nell’acqua, salata, in cui sono state intrise nel lavaggio, e a cottura ultimata scolatele e lasciatele raffreddare.

  2. In una pentola fate sciogliere il burro, poi aggiungete la farina, amalgamate bene e infine aggiungete anche il latte, mescolate, facendo attenzione a non far formare grumi. Quando la salsa inizia a bollire e ad addensarsi toglietela dal fuoco.

  3. Strizzate le erbette e tritale finemente, mettetele in una ciotolina e aggiungete la salsa appena preparata, il grana, un uovo, sale e pepe quanto basta e alcune spezie a piacere. Mescolate molto bene, amalgamando tutti gli ingredienti e se il composto risultasse troppo molle unite un po’ di pane grattuggiato. Lasciate raffreddare completamente.

  4. Quando il composto sarà freddo sbattete le rimanenti uova con un pizzico di sale in una terrina e preparate un piatto con il pane grattuggiato. Fate delle polpettine con il composto e passatelo prima nell’uovo e poi nel pane.

  5. Mettete sul fuoco la padella della fritture e fate scaldare l’olio, friggete le polpette girandole bene da tutti i lati, infine appoggiatele su un foglio di carta assorbente in modo che perdano tutto l’unto.

Se avete una cena e volete anticiparvi con i tempi potete preparare il composto anche con qualche ora di anticipo, tanto dovete comunque aspettare che si raffreddi prima di iniziare a friggere, poi le butterete nell’olio solo all’ultimo momento.

Questo piatto può essere servito da solo, magari accompagnato da una salsa di pomodoro, può fare da contorno a una piatto di carne e anche far parte di un fritto misto, a seconda di come deciderete di servirlo regolatevi anche sulla grandezza delle polpette.