Ossibuchi all’acciuga, un secondo piatto di terra e di mare

di Claudia 0



Questa ricetta è davvero da leccarsi i baffi! Innanzi tutto vi consiglio di comprare gli ossibuchi in macelleria e le acciughe in pescheria. A dire la verità non mi capita spesso di vedere dei tagli di carne particolari, nel senso non le solite fettine e bistecchine, tra i banchi del supermercato, è molto più facile che ve li taglino sul momento, se il market in questione è dotato anche del banco macelleria e non solo dei frigoriferi in cui è riposta la carne, e per preparare una ricetta così gustosa avere un taglio fresco è davvero fondamentale.

Le acciughe. Potranno andare bene anche quelle in scatola, ma ci sono delle pescherie che hanno le proprie preparazioni (come dal macellaio troviamo le cotolette e lo spezzatino già speziato) e in fondo anche questa è una garanzia, rispetto al prodotto inscatolato. Vedrete che questo piatto potrà piacere molto ai bambini, e come mi è capitato di dire anche in passato, educarli a combinazioni di sapori insoliti li renderà dei palati desiderosi si conoscere sempre nuovi gusti, e anche questa è un’ottima predisposizione culturale.

Ossibuchi all'acciuga


Ingredienti

4 ossibuchi di vitello | 50 gr. farina | 1 bicchiere olio d'oliva | prezzemolo | 2 bicchieri brodo | 3 acciughe salate | succo di limone | sale e pepe

Preparazione

  Far rosolare gli ossibuchi infarinati, aggiungere poi del brodo caldo e continuare la cottura per un'ora.

  Poco prima di terminare la cottura unire al brodo un battuto preparato con le acciughe pulite, il prezzemolo e il pepe.

  Togliere gli ossibuchi dal tegame e accomodarli su un piatto da portata. Aggiungere al sugo rimasto nel tegame il succo di limone, portare a bollore e poi ricoprire la carne con questa salsa.

Se vi è piaciuta la ricetta provate a utilizzare anche altri tagli di carne, le scaloppine, che già prepariamo con la farina, saranno buonissime se condite con questa salsina, oppure anche delle fettine di magro che potrete impanare solo leggermente prima della cottura.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>