Cucinare senza glutine, il brasato di manzo alle olive.

di Anna Maria Cantarella 0



Quello di cui parliamo oggi è uno di quei piatti tipici della nonna o di una zia un po’ attempata, che sicuramente trovano poco spazio sulla tavola di tutti i giorni perché per realizzarli al meglio ci vuole tempo. Però a me piace tanto il brasato e perciò quando ho un po’ di tempo in più da dedicare alla cucina, è uno dei piatti che preparo più spesso. Il brasato si ottiene facendo rosolare la carne in un grasso (olio o burro o entrambi) e poi ricoprendo con un liquido che può essere brodo, vino o latte alla maniera lombarda e piemontese ed aggiungendo infine le spezie, che possono essere chiodi di garofano, aglio, alloro, noce moscata, zafferano, timo, cerfoglio e pepe nero. Tantissime ricette dunque ma un solo fattore comune: la cottura è lunga, lenta e soprattutto in un liquido che non deve mai asciugarsi completamente.

Quella del brasato alle olive è una versione del brasato più semplice e meno elaborata di molte altre che si possono reperire in giro, infatti tra le altre cose, non prevede la marinatura. Questa ricetta seppur più veloce è comunque squisita. Vi basterà farvi preparare dal macellaio un bel pezzo di scamone di manzo, poi vi serviranno le olive, le erbe aromatiche (alloro e chiodi di garofano), un bicchierino di brandy per spruzzare la carne e del prosciutto cotto. Lasciatelo cuocere molto lentamente, almeno due ore e mezza. Piatto invernale, si accompagna generalmente con dell’ottimo purè di patate.

Brasato alle olive


Ingredienti

800 gr. scamone di manzo | 100 gr. olive (preferibilmente farcite al peperoncino rosso) | 100 gr. prosciutto cotto | un bicchierino brandy | 2 cipolle | 2 carote | 3 coste di sedano | 3 spicchi d'aglio | 2 foglie di alloro | 2 cucchiaio salsa di pomodoro | 2 chiodi di garofano | 50 gr. burro | un bicchiere olio evo | 2 mestoli brodo vedetale | sale e pepe

Preparazione

  Con un coltellino appuntito fate dei fori nello scamone, infilatevi le olive e legate la carne erchè non si sformi durante la cottura.

  Tritate le cipolle, le carote, il sedano e il prosciutto e mettete il trito in una casseruola con l'olio e il burro. Quando le verdure saranno appassite, adagiatevi la carne facendola colorare uniformemente. Salate, pepate e aggiungete l'alloro e i chiodi di garofano.

  Bagnate la carne con due mestoli colmi di brodo tiepido nei quali avrete diluito due cucchiai di salsa di pomodoro. Fate cuocere per tre ore, bagnando se necessario con dell'altro brodo.

Questa pietanza è ottima se accompagnata con piatti come il purè di patate, in modo da formare un gustosissimo piatto unico.
Se volete ottenere più sughetto, ricordate che basterà aggiungere più verdure e più brodo durante la cottura. Inoltre, per rendere lo stesso sughetto più denso, basta aggiungere una patata a metà cottura in modo che l’amido possa far addensare il tutto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>