Penne al limone di Marco Bianchi

di Ishtar 0



Ultimamente sto proprio in fissa con le ricette di Marco Bianchi: rispondono al duplice mio obiettivo di mangiare in maniera sana e leggera ma allo stesso tempo sfiziosa. Ecco allora che tra le ultime provate ci sono le sue penne al limone. Si tratta di un piatto di pasta che prevede un breve passaggio in forno (sostituibile dal microonde) ma che non potevo proporvi nonostante l’estate inoltrata in quanto piatto adatto come pochi al periodo, dato l’utilizzo del limone, ingrediente che ben si sposa con la stagione estiva.

Penne al limone di Marco Bianchi


Ingredienti

500 g di penne rigate | 400 gr di ricotta di latte scremato | 2 limoni | 120 g di caprino | 1 cucchiaio di pangrattato integrale | erba cipollina | noce moscata q.b. | 4 cucchiaii di olio evo | mezzo bicchiere di acqua tiepida | sale e pepe

Preparazione

   Mettere la pasta a lessare in acqua bollente salata quindi scolarla e farla raffreddare. Adesso tritare l’erba cipollina e grattugiare la scorza dei limoni.

   Mescolare entrambi con la ricotta unendo anche un cucchiaio di pangrattato ed un pizzico di sale. Unire due dei quattro cucchiai di olio e montare la ricotta con le fruste elettriche.

   Spolverare con un pizzico di noce moscata e mescolare ancora. Condire la pasta precedentemente scolata con la crema ottenuta e versarla in una teglia rivestita di carta da forno.

   Irrorare con un filo di olio e spolverare ancora con la scorza di limone grattugiata.

   Come ultima operazione mescolare il caprino con l’acqua tiepida e versare quanto ottenuto sulla pasta. Salare e pepare e fare cuocere in forno caldo, sotto il grill, per 10 minuti alla massima potenza.

Tornando alle penne al limone, una volta completata la ricetta vi ritroverete davanti un piatto cremoso, profumato e con una irresistibile crosticina croccante in superficie, da non perdere, insomma. Alla base del condimento sia della ricotta lavorata con della scorza di limone che del formaggio caprino il quale, diluito con poca acqua, va a costituire una copertura cremosa da leccarsi i baffi. Seguite la ricetta alla lettera e non ve ne pentirete. Provate anche le

orecchiette al pesto alla trapanese,

le pennette di kamut ai tre pomodori

i conchiglioni ai carciofi di Marco Bianchi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>