Crostata di patate

di Ishtar 0



La crostata di patate è una delle tante torte salate da poter realizzare per cena, e non solo. Trattasi di una pietanza rustica facile da preparare in poche mosse utilizzando come base della pasta brisèe pronta. Sfiziosa variante della crostata di patate di Cotto e Mangiato, si tratta di una portata dai diversi utilizzi: può essere consumata senza problemi anche fuori casa, in ufficio magari, per una pausa pranzo allettante. La crostata di patate filante che ne viene fuori è irresistibile: non vi stancherete di mangiarla fino a quando non l’avrete divorata tutta.

 4

Crostata di patate


Ingredienti

1 rotolo di pasta briseè | 6 patate | 3 uova | 3 cucchiai di grana | latte qb | 1 mozzarella | olio evo | sale e pepe

Preparazione

   Lessare le patate in acqua bollente fino a quando risultano tenere. Pelarle e passarle con lo schiacciapatate.

   Unire le uova, il grana, il sale ed il pepe. Aggiungere poco latte, per rendere il composto fluido ma non liquido. Aggiungere, per ultima, la mozzarella tagliata a dadini ed incorporarla perfettamente.

   Rivestire una teglia con la pasta brisèe e versarvi sopra il ripieno di patate. Livellare bene e trasferire in forno caldo a 180 °C per circa 25-30 minuti.

Il ripieno, piuttosto semplice e vegetariano, a base di patate lesse, uova, parmigiano e poco latte, può essere arricchito con del prosciutto cotto o della pancetta, nonchè con dei piselli. Se avete in mente di organizzare una cena con amici preparatela e servitela a quadrotti: andranno a ruba. La crostata di patate può essere preparata anche in anticipo e cotta sul momento, oppure venire riscaldata prima di essere servita.

Provate anche:

Parmigiana di patate con besciamella

Parmigiana di patate ricetta base

Parmigiana di patate con stracchino e mortadella

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>