Dieta della frutta: un concentrato di vitamine per purificarsi

di Paola Pagliaro 9

Alla parola dieta associamo immediatamente sacrificio, fame, privazioni di ogni genere, in particolare di ciò che più è goloso per i nostri palati. In realtà la dieta è un regime alimentare bilanciato, che nulla toglie al gusto. Basti pensare alla dieta mediterranea, che coniuga tutte le delizie e i sapori della cucina italiana con equilibrio e salute

.

Un errore comune è generalizzare il termine dieta, dando per scontato che si tratti di una dieta dimagrante e dunque ipocalorica. Esistono, infatti, diete di tipo ricostituente, disintossicante, ipercaloriche e molte altre che non hanno nulla a che vedere con la perdita di peso.

L’elemento comune a tutte è un altro ed è il rispetto di un determinato menù settimanale, che privilegia alcuni alimenti a discapito di altri. La scelta degli stessi è determinata dal dietologo, sulla base dei risultati di intolleranze alimentari, della cartella clinica del paziente, delle esigenze peculiari per ogni organismo e metabolismo. Persone che soffrono di carenza di ferro saranno invitate a prediligere un’alimentazione ricca di verdure, gli anziani e i bambini devono includere nei loro regimi alimentari molti cibi a base di calcio, per garantire al sistema osseo il dovuto apporto di sali minerali. Sui giornali specializzati si trovano numerose diete per ogni tipo di problema, ma attenzione a non fidarsi troppo. Chi deve perdere molti chili o ha bisogno di regimi alimentari specifici protratti nel tempo deve sempre rivolgersi ad uno specialista.



La dieta che vi propongo oggi è invece adatta a tutti, seguita per una o due settimane aiuta a liberare l’organismo dalla “pesantezza” dell’inverno, in vista della prossima primavera. Ideale per chi è goloso e non vuole rinunciare alle cose dolci, ma nello stesso tempo ci tiene a mantenersi in forma. La dieta di cui sto parlando, di tipo depurativo, è la dieta della frutta ricca di vitamine, sali minerali, fibre e zuccheri. Nel caso in cui decidiate di seguirla, passate dunque prima dal fruttivendolo e rifornitevi di frutta in abbondanza:

  • 1° GIORNO Colazione: una mela o 2 kiwi o 1 pesca. Uno yogurt magro. Un tè.
    Spuntino: una spremuta d’arancia o una banana o una coppa di ciliegie.
    Pranzo: 110 gr gnocchi di patate con sugo. Merenda: una pesca. Un tè.Cena: un merluzzo al vapore con un filo d’olio e limone. Verdure lesse senza patate. Una fetta di anguria.
  • 2°GIORNO Colazione: vd 1° giorno (anche per lo spuntino).Pranzo: 80 gr riso bollito con mais e pomodori. Merenda: Un tè. 2 fette di ananas.Cena: prosciutto crudo con 2 fette melone. 2 patate lesse. 1 kiwi.
  • 3°GIORNOColazione: vd 1° giorno (anche per lo spuntino).Pranzo: 100 gr pasta in bianco con un filo di olio. Una granita di frutta.Merenda: Un tè.Una mela.
    Cena: Una mozzarella piccola con pomodoro. Una coppetta di fragole con un cucchiaino di zucchero e limone.
  • 4° GIORNOColazione: vd 1° giorno (anche per lo spuntino).Pranzo: Una banana. Prosciutto crudo con 2 fette biscottate.Merenda: un tè. 8 fragole.Cena: 80 gr farfalle con piselli e funghi. Insalata di carote. Una pallina di gelato di soia.
  • 5° GIORNOColazione: vd 1° giorno (anche per lo spuntino).Pranzo: 80 gr riso con ricotta. 4 nespole.Merenda: Un tè. 2 fettine melone.Cena: Una fettina di petto di pollo ai ferri. 50 gr riso in bianco. Un grappolo d’uva.
  • 6° GIORNOColazione: vd 1° giorno (anche per lo spuntino).Pranzo: 80 gr riso al latte con cannella.Insalata mista. Merenda: Un tè. Una pesca.Cena: Merluzzo al vapore con olio e limone. Un sorbetto.
  • 7° GIORNOColazione: vd 1° giorno (anche per lo spuntino).Pranzo: breasola con 2 fettine di melone. 2 fette biscottate. Una pallina di gelato alla frutta.Merenda: Un tè. una coppetta frutti di bosco.Cena: 80 gr di riso con ricotta. Macedonia di frutta con limone e zucchero
  • Commenti (9)

    1. Davvero una dieta ghiotta per il mio palato. Mi dà l’ idea di colore in tavola. Di certo la proverò per qualche giorno e sono convinta che non può farmi che bene.

    2. Davvero una dieta ghiotta per il mio palato. Mi dà l’ idea di colore in tavola. Di certo la proverò per qualche giorno e sono convinta che non può farmi che bene

    3. Cari amici,

      il problema di una corretta alimentazione per la salute troppo spesso e impostato male perche in una visione meccanica della vita si ritiene che il cibo serva come la benzina in una macchina per sviluppare energia per il movimento, mentre la principale funzione dell’ alimentazione e quella di ricostruire noi stessi e rinnovare le cellule morte o malate.

      Il fatto di tradurre i cibi come funzione calorica (CALORIE) determina quindi una reale incomprensione sulla qualita del cibo ; infatti una caloria e sempre identica a se stessa da qualiasi fonte di calore provenga. Inoltre la energia che il corpo umano ha bisogno per ricostruirsi non ha nulla a che vedere con il calore, perche’ quest’ultimo in vero e’ un tipo di energia degradata, non piu utilizzabile per il movimento direzionale del pistone, ed infatti anche una macchina se ne sbarazza disperdendola nell’ ambiente.

      La equivalenza tra alimento e calorie e’ ormai indubbiamente priva di senso ma purtroppo le diete vengono ancora basate su tale equivalenza fuorviante, per cui ogni reale attenzione al benessere e la salute derivante dal metabolismo alimentare e cioe’ da una alimentazione finalizzata alla ricostruzione sana e forte delle cellule dei vari organi ( cervello, cuore, fegato , ossa, pelle ecc.) non assume alcun valore coerente con le esigenze vitali dei nostri organi che hanno ogniuno loro peculiari esigenze nutritive .

      Ad es il Metabolismo dei NEURONI non accetta che al cervello giungano proteine ( quando arrivo la Proteina della Mucca Pazza ci accorgemmo degli immediati danni che essa provoca) , mentre il cervello ha bisogno per pensare e ricostruirsi di amminoacidi e di Acidi Grassi insaturi ( come detto popolare i dice che mangiare pesce acuisce a intelligenza perche gli nel pesce ci son gli acidi della serie Omega 3) ; inoltre ha un grande bisogno di zuccheri elementari dato che esso consuma da solo il 20 dell’ ossigeno che respiriamo, ed e capace di produrli direttamente anche dall’ alcool,… percio si dice che uno o due bicchieri di vino fanno bene al cervello .
      Va notato che gran parte dell’ alcool viene veicolato direttamente dall’ intestino nel sangue, cosi come avviene anche per l’ acqua che e’ l’ elemento solvente indispensabile per qualsiasi forma di metabolismo

      L’ alcool certamente non fa’ bene al metabolismo del fegato , perche il fegato trasforma l’etanolo in trigliceridi ( cosi che ed il fegato ingrossa ed ingrassa ) e infine quando non riesce a smaltire l’eccesso di alcool lo trasforma ulteriormente in acetaldeide, una sostanza tossica per l’intero organismo.

      Diverso e ad es il metabolismo per la ricostruzione giornaliera delle ossa che ha bisogni di una aggiunta notevole di ali minerali …. e cosi via dicendo. Per sfatare le vecchie concezioni “meccaniche” che traducono assurdamente le diete in calorie, abbiamo costituito il gruppo AMETISTA sul tema http://www.edscuola.it/archivio/lre/ametista3.htm

      Indubbiamente non e’ cosi immediato il tentativo di modificare le idee “meccaniche”, che purtroppo nell’ alimentazione propongono una assurda equivalenza tra un uomo e una macchina .

      Coscienti i cio’ abbiamo aperto una piu’ vasta riflessione aggregando il gruppo di Ricerca e Sviluppo OPEN NETWORK for NEW SCIENCE & ART ON-NS&A (www.egoceanet.it ), che e’ tutt’ora aperto a nuove e stimolanti collaborazioni finalizzate ad attuare un profondo cambiamento delle concezioni “meccaniche” ormai obsolete, anche se ancora sono diffuse da uno strudio nella scuola, che troppo spesso e’ ripetitivo di idee e concetti ormai obsoleti e pertanto lontani dal favorire una mentalita sana e coerente con le esigenze di creativita’ e coscienza del mondo contemporaneo.

      PAOLO MANZELLI
      Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
      DIPARTIMENTO DI CHIMICA ,
      POLO SCIENTIFICO 50019 -SESTO F.no- 50019 Firenze- Via Della Lastruccia 3 -room: 334: Phone: +39/055-4573135 Fax: +39/055-4573077
      Mobile: +39/335-6760004
      E-mail: [email protected]
      [email protected]
      [link rimossi]

    4. io vorrei sapere se per la dieta di una settimana a base di frutta, quanti chili si perdono in quella settimana in cui si segue la dieta???????????

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

    You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>