Polenta taragna della Valtellina

di Fabiana 0



In giornate fredde, ma soprattutto uggiose non c’è niente di meglio che preparare una buona polenta, ma oggi prepariamo una preparazione tutta speciale, la polenta taragna.

Si tratta di un piatto tradizionale della Valtellina che viene preparato non con la classica farina di mais, ma con un mix particolare tutto particolare di farine, la farina di mais vale a dire granoturco e la farina di grano saraceno.

Polenta taragna della Valtellina


Ingredienti

600 gr. farina Mista (granoturco e grano saraceno | 1,5 lt di acqua - q.b. sale grosso
 | 250 gr. formaggi della Valtellina | 250 g di bitto - 150 g di burro

Preparazione

   La preparazione della polenta taragna è molto semplice. Versate l’acqua salata in un paiolo di rame o in alternativa all’interno di una pentola antiaderente.

   Aggiungete anche 100 grammi di burro nell’acqua fredda e poi portate ad ebollizione. Attendete che l’acqua comincia bollire e poi versatevi sopra a pioggia la farina mista gialla e nera.

   Amalgamate con cura l’impasto continuando ad amalgamare in continuazione con le fruste da cucina.

   Ricordate che la cottura deve prolungarsi per almeno 45 minuti. Dovrete sempre girare e via via aggiungere il resto del burro. Solo alla fine aggiungete gli altri formaggi tipico della Valtellina come ad esempio il Bitto dop tagliato a fettine e il Val Lesina tagliato a tocchetti. Versate la polenta all’interno della scifa di legno o in un piatto da portata e poi servite.

Le due farine regalano alla polenta taragna un colore un po’ più scuro rispetto alla classica polenta gialla che conosciamo e che viene preparata con la farina di mais. Il nome deriva invece dal “tarai” o “tarel”, il tipico bastone di legno che si usa per mescolare la farina all’interno del paiolo di rame in cui viene cotta direttamente sul fuoco a legna.

 

La cottura della taragna è tradizionale: la polenta viene cotta in acqua e sale e poi successivamente condita con formaggi tipici della Valtellina. Esistono anche delle varianti diffuse soprattutto a Brescia e Bergamo: anche in questo caso viene utilizzato lo stesso mix di farine di mais e grano saraceno e il tutto viene personalizzato con formaggi della tradizione locale.

BASTONCINI POLENTA E PANCETTA

FRITTELLE DI POLENTA

FARECCHIATA UMBRA, LA POLENTA CON FARINA DI ROVEJA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>