Culinaria: il gusto dell’identità

Fino al 27 Febbraio, Culinaria (interessante appuntamento enogastronomico) vi aspetta alla Fiera di Roma  nell’ambito di Big Blu, Salone della Nautica, rivolto ai grandi appassionati del mare.

Le precedenti edizioni di Culinaria si sono caratterizzate per le location sempre adeguate allo spirito della manifestazione. Dalle sale di grandi Hotel al mercato del Farmer’s Market, Culinaria ha sempre cercato di esportare un modello ed uno spirito fedeli allo slogan che l’accompagna da sempre: “Il gusto dell’Identità”.
Quest’anno si propone all’interno del BIG BLU, il più grande evento della Fiera di Roma, con uno stand di ben 330 Mq, realizzato per l’occasione da importanti designers.

BIG BLU vanta presenze in termini numerici eccezionali, con oltre 140.000 visitatori con un riscontro comunicativo di livello massimo, adeguato al ruolo cui Culinaria sta assurgendo, un appuntamento cioè, di interesse nazionale nel panorama enogastronomico.

La sesta edizione di Culinaria, quest’anno, vede l’alta gastronomia e i sapori del Lazio, di mare e di terra, protagonisti della manifestazione: al grande pubblico, infatti, saranno proposti i sapori ittici aromatizzati con le specialità della costa laziale e dell’entroterra. La manifestazione è nata nel 2002 ed ogni anno si presenta rinnovata, proponendo nuovi e interessanti contenuti e coinvolgendo noti maestri del gusto, giovani chef, enotecari, interpreti delle eccellenze dell’enogastronomia italiana.

Intenso il programma dedicato ai visitatori del Salone Nautico che ospita oltre 800 imbarcazioni con le anteprime e le novità, dalle barche a vela a quelle a motore, ai gommoni, ai motori marini, ai servizi per la nautica, all’abbigliamento tecnico, fino alla pesca sportiva e professionale.

Tanti gli appuntamenti del gusto e le degustazioni che si svolgeranno in uno spazio di 300 metri quadrati dedicati a show cooking, corsi di cucina, laboratori su pane, caffè, cioccolato e birre artigianali. Si alterneranno ai fornelli chef come Enrico Crippa, Antony Genovese, Salvatore Tassa, Kotaro Noda, Cristina Bowermann.

Venerdì, 25 Febbraio ad esempio, dalle 15.00 alle 17.00, Sara Papa, regina dell’arte bianca, terrà un Laboratorio sulla Panificazione. Mentre, dalle 17.00 alle 19.00 si potrà prendere parte al Laboratorio sulle Birre artigianali curato da “Domus Birrae”.

Sabato 26, ci saranno alle 10.00,  momenti di approfondimento e tavole rotonde; dalle 14.00 alle 18.00 interessanti degustazioni  e cooking demonstration a cura degli Chef Giulio Terrinoni e Michele Gioia. Il pomeriggio si chiuderà in dolcezza con Letizia Grella, che darà dimostrazione di cake design e relativa degustazione. Anche per domenica 27 Febbraio, giorno di chiusura della manifestazione, sono previsti tanti momenti all’insegna delle degustazioni e delle dimostrazioni culinarie.
Per info: [email protected]

Photo o courtesy: Ufficio stampa Culinaria

3 commenti su “Culinaria: il gusto dell’identità”

  1. In merito a Culinaria devo dire che onestamente non mi aspettavo un successo del genere. Ho avuto il piacere di incontrare parecchi “addetti ai lavori”, alcuni accreditati, altri in incognito.. Le performances di Crippa, Bowerman e Noda hanno letteralmente impressionato il pubblico. La maggiore soddisfazione è stata nel raccogliere le loro personali impressioni: tutti assolutamente entusiasti! La frase più gettonata: “quando lo rifate?”; la seconda: “mi sono divertito/a tantissimo, richiamatemi che vengo di sicuro”.
    Da ufficio stampa mi pare che come “rilancio” siamo partiti piuttosto bene.
    Ad majora!

    Rispondi
  2. Ciao Pablo, mi fa piacere che la maniestazione sia un successo. Del resto si tratta di un evento che negli anni sta consolidando la sua importanza. La gente ama le manifestazioni enogastronomiche come questa. Bravi
    @ pablo:

    Rispondi
  3. @ Roberta:
    Roberta,
    grazie infinite per i complimenti che estendo a tutto lo staff organizzativo, in primis ai due mastermind dell’iniziativa, gli chef Gabriele Terralavoro e Francesco Pesce.
    Sono loro i promotori dell’evento e sono i primi a voler rilanciare a livello locale, nazionale e nel prossimo futuro internazionale, i giovani chef della penisola.
    Vedrai che nella prossima edizioni ci saranno molte novità interesanti.
    Se hai tempo perché non passi a trovarci questo weekend?

    Rispondi

Lascia un commento