Patate raganate, la ricetta della cucina lucana

di Fabiana 0



Avete pochi ortaggi in casa? Avete voglia di un contorno saporito, gustoso, ma al tempo stesso economico? La ricetta delle patate raganate o arraganate è quello che fa per voi: si tratta di una ricetta della tradizione lucana, della Basilicata che viene servita come contorno insieme alla carne. Il nome della ricetta deriva poi dalla gratinatura delle patate e dalla presenza dell’origano.

Il piatto può anche essere servito come portata unica: è una teglia a base dilatate tagliate sottili che vengono arricchite dalla presenza del pangrattato bello croccante, di cipolle tagliate a fette, di pomodori.

Patate raganate, la ricetta della cucina lucana


Ingredienti

1000 g di patate | 4 cipolle bianche medie | 5 pomodori | 250 g di mollica di pane raffermo o pangrattato | olio extravergine | sale - pepe - origano - parmigiano grattugiato

Preparazione

   Lavate le patate con cura, pelatele e poi tagliatele a fette, ma non troppo sottili per evitare che si sfaldino: al momento di assaporare il piatto dovrete sentire il gusto stesso delle patate. Lasciatele da parte e poi lavate i pomodori, sistemateli su un tagliere, tagliateli della stesse dimensioni delle patate su cui dovrete adagiarli.

   Ora preparate le cipolle: sbucciatele e affettatele, ma stavolta sottilmente per ottenere un gusto e un sapore più leggero.

   Ungete la teglia per la cottura in forno: distribuitevi sopra un filo di olio e poi componete il piatto. Cominciate a disporre ordinatamente uno strato di patate tagliate a fette, sistematevi sopra uno strato di cipolle, continuate con uno strato di pomodori.

   Condite con olio, sale, pepe e origano e proseguite con gli altri strati fino ad esaurimento dei diversi ingredienti. Una volta che avrete esaurito gli ingredienti dovrete cospargere la superficie con origano, parmigiano grattugiato, il pangrattato, l’olio extra vergine di oliva e cuocere in forno già caldo per circa 60 minuti alla temperatura di 170 gradi. Utilizzare invece il grill negli ultimi minuti per ottenere la gratinatura.

Il consiglio è di preparare le patate raganate con un certo anticipo: lasciatele intiepidire un po’ e strano ancora giù buone al momento di servirle. E sono perfette anche il giorno dopo. Tra l’altro le patate raganate sono perfette per tante varianti diverse: potrete anche aggiungere dei dadini di mozzarella o del formaggio filante o variare un po’ la scelta degli ortaggi aggiungendo anche le carote o quello che avete a disposizione.

PATATE DOLCI HASSELBACK

PATATE ALLA SVEDESE, UN CONTORNO AROMATIZZATO

PITTA DI PATATE, LA RICETTA PUGLIESE

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>