Cotolette in carpione alla piemontese

di Fabiana 0

 Oggi, spazio a una ricetta tradizionale delle Langhe inventata intorno alla fine dell’Ottocento: prepariamo le cotolette in carpione alla piemontese, un piatto tradizionale che si ispira all’antica cucina borghese quando si utilizzava per la macinatura il vino e il limone al posto dell’aceto. 

Potrete utilizzare diversi tipi di carne, ma il pollo sembra essere la carne più giusta per la realizzazione di un piatto adatto anche alle calde giornate estive: ottimo anche   per essere preparato con un certo anticipo, è un piatto che può anche essere preparato con un certo anticipo e poi essere portato fuori anche per un picnic. È un secondo piatto che si adatta per essere servito anche come piatto cui aggiungere delle sfiziose verdure, magati carote o zucchine. La base del piatto consiste in pratica in un marinatura calda a base di cipolla, erbe aromatiche, spezie, vino e aceto che poi viene viene versata bollente sugli alimenti precedentemente fritti. 

Il procedimento conferisce particolare morbidezza proprio ai vostri piatti. 

Cotolette in carpione alla piemontese, gli ingredienti 

600 g di fettine di petto di pollo

2 cipolle

1 costa di sedano

1 carota

1 rametto di timo

1 pezzetto di stecca di cannella 

3-4 chiodi di garofano

1,5 dl di aceto di vino bianco

1,5 dl di vino bianco secco

70 g di farina 00

pangrattato

2 uova

olio di semi di arachidi

olio extravergine di oliva

sale e pepe

La ricetta delle cotolette in carpione alla piemontese

Preparate le fettine: togliete anche le eventuali parti grasse del petto di pollo. Aprite le uova in un piatto e impanate le fettine, passandole prima nella farina, poi scuotendole leggermente per eliminare l’eccesso di farina.

Passatele anche nelle uova sbattute e poi nel pangrattato. Versate abbondante olio di semi di arachidi all’interno della padella. 

Non appena sarà diventato caldo, cominciate a friggere anche le fettine di carne circa 4 minuti per lato, ma girandole una sola volta. 

Sgocciolate bene le fettine con un mestolo forato e poi sistematele sulla carta assorbente da cucina in modo tale da lasciar asciugare l’olio in eccesso. 

Lasciatele da parte e preparate la marinata. 

Lavate e asciugate le verdure. Spellate le cipolle e affettatele sottilmente, dividile ad anelli. Spuntate e spellate la carota, pulite il sedano. Tagliate a dadini il sedano e la carota e pulite il timo.

 

Lasciate appassire anche le verdure preparate nella casseruola insieme a 4 cucchiai di olio extravergine di oliva. Versate adesso l’aceto, il vino, il timo e aggiungete le spezie, la stecca di cannella e i chiodi di garofano

Aggiungete anche il sale e il pepe. Portate il liquido a ebollizione e lasciate cuocere per circa 4 minuti fino a quando non sarà ridotto della metà circa. 

Terminate il piatto: trasferite le cotolette all’interno di un contenitore anche con un coperchio ermetico e alternatele alla marinata calda preparata. Lasciate raffreddare e lasciate insaporire per almeno 1 giorno in frigorifero, poi servire le vostre cotolette quando sono ancora fredde. 

COTOLETTE DI MELANZANE E MOZZARELLA 

RICETTA COTOLETTE GISSE

COTOLETTE DI POLLO AL LATTE

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>