Pesto modenese, la ricetta originale

di Fabiana 0



Dite pesto e pensate immediatamente al tradizionale pesto alla genovese a base di basilico, ma in realtà esistono molte altre varianti, dal pesto alla trapanese al pesto di rucola. La ricetta di oggi però è decisamente diversa perché il pesto modenese è un condimento tipico dell’Emilia Romagna e non leggerissimo.

Si prepara utilizzando tre ingredienti, ma tutti di ottima qualità: si tratta del lardo, dell’aglio e del rosmarino fresco. Ma come utilizzarlo in cucina?

Pesto modenese, la ricetta originale


Ingredienti

250 g di lardo | 2 spicchi di aglio | 2 rametti di rosmarino fresco

Preparazione

   Cominciate la preparazione sbucciando gli spicchi d’aglio e ridicendoli in pezzettini diversi aiutandovi con un coltello. Lavate il rosmarino e asciugatelo tamponando con la carta o con un canovaccio per la cucina. strofinaccio.

   Staccate gli aghi e sistemateli sul piano di lavoro, un tagliere, accanto al vostro aglio triturato. Lavorateli con la mezzaluna, ma dovrete avere la pazienza di ottenere un trito veramente molto fine. Ora prendere anche il lardo. Lasciatelo ammorbidire in una ciotola con l’aiuto di una forchetta.

   Aggiungete tutto al trito di aglio e rosmarino mescolando con cura il tutto. Il trucco della buona riuscita del pesto modenese è proprio la pazienza della lavorazione: non cedete alla tentazione di utilizzare il mixer perché otterreste una crema omogenea che non è esattamente la stessa cosa.

   Coprite il pesto con la pellicola da cucina conservandolo fino al momento di servirlo: toglietelo dal frigorifero un po’ prima di portarlo in tavola e rimestatelo adeguatamente con un cucchiaio.

   Il pesto modenese è soprattutto il condimento delle pizze locali come tigelle, borlenghi e piadine: va spalmato sopra o dentro e lasciare che il calore dell’impasto sciolga il lardo e liberi gli aromi di rosmarino. Da non trascurare l’uso come farcitura e condimento per le carni arrosto.

Nella regione viene utilizzato soprattutto come condimento per le gustose pizze locali, dalle tigelle alle piadine. In sostanza va spalmato all’interno e sopra la piadina in modo tale che il calore dev’impasto sulla teglia sciolga al meglio il lardo e liberi gli aromi di rosmarino. Ma è altrettanto indicato anche come condimento per diversi tipi di carne dal sapore ricco.

PESTO DI RUCOLA, LA RICETTA

PIADINA TONNO, CIPOLLA E OLIVE

PIADINA VEGETARIANA

PESTO DI RUCOLA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>