Ricette pasquali napoletane

di Redazione 0

Ricette pasquali napoletane

Abbiamo la grande fortuna di vivere nella patria del buon cibo, tutti ce lo invidiano e tentano di imitarlo anche all’Estero, spesso con risultati distanti anni luce dall’originale, ma non è questa la sede per parlarne. Oggi vorrei fare una breve rassegna delle ricette pasquali napoletane, che, a proposito di buona cucina, è una delle più apprezzate e ricche di piatti sfiziosi, anche in occasione della Pasqua. Ecco quindi le ricette pasquali napoletane da non perdersi.

Pizza chiena

Iniziamo con la pizza chiena. Si prepara il venerdì santo anche se non si consuma prima di domenica. Prevede un impasto di farina, uova, acqua e strutto ed un ripieno di salumi vari. Potete sbizzarvi con il salame napoletano, il capocollo, la pancetta o i più comuni e decisamente non appartenenti alla tradizione napoletana, prosciutto e mortadella, oltre che formaggio a volontà.

Rustico di ricotta

Continuiamo con il rustico di ricotta. Forse meno conosciuto tra tutte le preparazioni pasquali, il rustico prevede la particolarità di racchiudere all’interno di una pasta frolla dolce un ripieno salato a base di ricotta, uova, scamorza, e salame. E’ assolutamente irresistibile.

Tortano e casatiello dolce e salato

Passiamo a quelli che sono due capisaldi della cucina napoletana, il primo è il tortano, preparazione di origine povera solitamente costituita da un impasto a base di farina, lievito, strutto e pepe ed arricchito a piacere. Quì in una versione ricca come un giorno di festa richiede. Passiamo poi al casatiello, che probabilmente costituisce un’evoluzione del primo, il quale è caratterizzato, tra l’altro, dalla presenza delle uova sode intere in superficie. Del casatiello esiste anche una versione dolce, altrettanto degna di nota, questa la ricetta per prepararlo facilmente in casa.

Pastiera napoletana

Chiudiamo in dolcezza con uno dei dolci simbolo della Pasqua, napoletana e non, la pastiera. Una crostata contenente un ripieno ricco di grano cotto, ricotta, uova e l’immancabile acqua di fiori di arancio. Imperdibile.

Foto courtesy of Thinkstock

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>