Friggitelli ripieni con prezzemolo e acciughe

di Fabiana 0



Sono piccoli e dolcissimi: sono i friarelli, piccoli peperoni di colore verde noti anche come friggitelli. Sono un secondo piatto tipico della cucina campana conosciuti in tutte le regioni dell’Italia centrale: sono piccoli peperoni di colore verde, ricchi di semi all’interno e con un sapore molto dolce.

Sono perfetti se serviti come secondo o come contorno ricco, ottimi anche per un antipasto.

Friggitelli ripieni con prezzemolo e acciughe


Ingredienti

12 peperoni friarelli | 6 filetti di acciuga sott'olio
 | prezzemolo - un cucchiaio di capperi sotto sale- uno spicchio d’aglio - 7 cucchiai di pane grattugiato
 | un limone non trattato - olio di semi di arachidi - Sale

Preparazione

   recipiente il prezzemolo, pulito, lavato e tritato, aggiungete uno spicchio d’aglio sbucciato, la scorza grattugiata di mezzo limone che dovrete aver lavato accuratamente.

   Risciacquate anche i capperi sotto l'acqua corrente per togliere il sale in eccesso, asciugateli e mescolateli al composto preparato con aglio e prezzemolo preparato. Aggiungete anche qualche cucchiaio di pangrattato, sei saranno sufficienti, e i filetti d’acciuga che avrete già lasciato sgocciolare e tagliato a tocchetti.

   Pulite i peperoni friarelli: lavateli e asciugateli con un panno umido, effettuate un taglio sul lato lungo su ognuno.

   Togliete i semi che trovate all’interno e farciteli per bene con il composto preparato in precedenza. Richiudete bene i lembi e poi sistemate i peperoni su un piatto.

   Riscaldate una generosa quantità di olio in una padella antiaderente e non appena sarà diventato ben caldo immergetevi all’interno i friarelli. Fate attenzione a cuocerli con la parte farcita rivolta verso l’alto per evitare che durante la cottura tutto il ripieno fuoriesca.

   Lasciate cuocere i friarelli per circa 5 minuti, sgocciolateli ed eliminate l’olio in eccesso con la carta assorbente da cucina. Serviteli ben caldi e gustateli

Possono essere fritti in padella, farciti e poi fritti e conditi solo con un po’ di sale, ma l’importante è che siano sempre cotti interi. È anche tipico lasciare intatto il picciolo nella parte superiore dato che vanno presi in mano e poi gustati anche se senza coltello.

PEPERONI ARROTOLATI CON LE ERBE

PEPERONI RIPIENI CON SCAMORZA E CON PATATE

FRIGGITELLI, I PEPERONI CON I SEMI

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>