Scuola di cucina “Peccati di gola”, il posto giusto per imparare a cucinare!

Spread the love

scuola cucina peccati gola posto giusto imparare cucinare

In cucina siamo tutte autodidatte. Non che i consigli di mamme e nonne non siano serviti, ma sarete d’accordo con me se dico che in realtà tantissime cose le abbiamo imparate da sole e a nostre spese, combinando pasticci con risultati non sempre eccellenti. Anche se resto dell’idea che le sperimentazioni in cucina siano la cosa più divertente del mondo (errori compresi), mi piacerebbe frequentare una scuola per apprendere a perfezionare le mie capacità e magari imparare qualche nuova ricetta. Se anche voi avete questo desiderio, le scuole di cucina in Italia sono molte ma “Peccati di gola” è una delle mie preferite.

Nasce nel 1989 a Mestre da un’idea di Roberta Molani, figlia di madre siciliana e padre pugliese, che ha vissuto in molte città italiane, riuscendo così a conoscere buona parte delle tradizioni culinarie della nostra penisola. Dal 1989 la scuola di cucina “Peccati di gola” si è molto ingrandita ed ha aggiunto sedi in tante città italiane, da Venezia a Reggio Emilia a Trieste, da Bari a Lecce a Mantova, se consultate il sito della scuola troverete tutti gli indirizzi.

Roberta Molani è coadiuvata da un team di insegnanti esperti di cucina e con grande esperienza nel mondo della ristorazione che sapranno insegnarvi tutto quello che ancora non sapete dell’arte di cucinare. Ricordate Mariagrazia Calò, la maestra di cucina de “La prova del cuoco“? Anche lei fa parte della squadra di insegnanti della scuola ed insegna nella sede di Mestre. I corsi sono più di 50 e sono divisi in base ai temi.

Ci sono corsi base per principianti, corsi per esperti o aziende e corsi suddivisi in base alle ricette specifiche che si desidera imparare, dai primi piatti, alla carne alla pasticceria. E insieme alle ricette potrete anche apprendere qualche piccolo segreto su come arredare la tavola o decorare le vostre pietanze, perchè in cucina c’è sempre tanto da imparare!

Photo Credit| Peccati di gola

Lascia un commento