Gelato artigianale: il più amato dagli italiani

gelato artigianale dolce amato italiani

Sette italiani su dieci non riescono a fare a meno del gelato. Il motivo è presto detto: il gelato artigianale è un dolce tradizionale molto amato, consumato preferibilmente in estate ma anche in inverno, e amato perchè è fatto con ingredienti naturali e quindi sani. Per gli italiani rinunciare al gelato è praticamente impossibile, specialmente in estate quando il consumo sale al 60% rispetto ai coni, alle coppette e alle confezioni che si acquistano durante tutto l’arco dell’anno. Queste informazioni sono il risultato di una ricerca dell’Istituto del gelato italiano (Igi), basata sulle elaborazioni statistiche Aidepi, dalla quale è emerso anche che le mamme italiane considerano il gelato un’ottima merenda per i loro bambini. Sei mamme su dieci infatti trovano che il gelato sia molto più nutriente delle merendine confezionate.

In effetti il gelato artigianale, realizzato con materie prime fresche e ingredienti di ottima qualità, contiene un’ottima proporzione tra proteine, carboidrati/zuccheri, grassi: in 100 g di gelato al cioccolato, per esempio, ci sono 4,3 g di proteine, 8,1 g di lipidi, 2,3 g di fibra, 23,6 g di zuccheri totali. Non stupisce quindi che il gelato sia preferibile alle merendine, che troppo spesso sono piene di grassi e conservanti, e non sono di produzione artigianale. Se poi ci spostiamo al mondo degli adulti, emerge che più del 7% degli italiani, per piacere o per risparmiare, sceglie un’abbondante coppa di gelato in sostituzione del pranzo, specialmente in estate, stagione in cui è più gradevole mangiare cibi freschi. Insomma, anche in tempi di crisi economica, il gelato è un alimento consumato dall’87% degli italiani; un risultato strabiliante se pensiamo che i cibi che si avvicinano al 90% sono quelli definiti di “uso comune”, come il pane, la pasta, la carne, il latte, lo yogurt. Il gelato quindi, alimento che prima era uno sfizio, oggi invece è diventato irrinunciabile.

Photo Credit| Thinkstock

Lascia un commento