Esistono i cibi afrodisiaci?

di Camilla Salaorni 5

C’è chi ci spera come ultima chance di ritrovare il vigore perduto, chi è mosso unicamente da sete di conoscenza e chi, come me, ha una semplice e sana curiosità ma tutti ci siamo domandati almeno una volta se esistano o meno particolari cibi che una volta assaggiati possano liberarci da tutte le inibizioni e che permettano alle passioni di travolgerci totalmente.

In realtà nessuno ha mai dimostrato che far mangiare un gambero al proprio amore assicuri una nottata di fuoco nè si è mai sentito di terapisti che per salvare la vita sotto le lenzuola di coppie annoiate abbia consigliato loro di fare scorpacciate di ostriche… Allora perchè dopo tanti secoli continuiamo a crederci ciecamente?
Cerchiamo di conoscere meglio questi fantomatici cibi afrodisiaci.

Afrodisiaco si dice di sostanze che hanno il potere di stimolare e potenziare desiderio e carica sessuale.
Tale termine deriva dal nome della dea greca Afrodite, dea dell’amore, della fertilità e della bellezza, la stessa dea che sarà conosciuta con il nome di Venere dai latini.


Anche l’abitudine ad organizzare banchetti dal sapore afrodisiaco risale all’antichità quando si ritenevano indispensabili a questo scopo aragoste, ostriche, frutti di mare… per poi passare a tempi più recenti quando si sono aggiunti anche caviale, tartufo e champagne.

La lista però non finisce qui; sono rimasta a dir poco sbigottita di fronte alla quantità di cibi ritenuti afrodisiaci: anice, asparagi, avocado, caviale, champagne, cioccolato, fichi, mandorle, aglio, sedano, funghi, peperoncino, zafferano, pepe, cannella, senape…. eccetera eccetera!
Insomma, secondo questa lista dovremmo essere sempre in preda ai bollori!!!

La realtà dei fatti è che poichè nessuno conosce la verità al riguardo e proprio perchè non esistono prove tangibili dell’esistenza o della non esistenza del, passatemi l’espressione, frutto della passione, ci sarà sempre qualcuno che porterà un piatto di asparagi formato famiglia al proprio partner incrociando le dita sotto il tavolo!