Terremoto Emilia: il 18 giugno 2012 a Bologna la cena di Chef to Chef

di Ishtar Commenta

Terremoto Emilia 18 giugno 2012 Bologna cena Chef to Chef

Il 18 giugno 2012, a Bologna, si terrà una grande cena organizzata dall’associzzione Chef to Chef, a favore dei ristoratori dell’Emilia Romagna recentemente colpiti dal terremoto. In un momento duro come quello che l’Emilia sta affrontando, l’apertura dei ristoranti rappresenta un valore sia per quanto riguarda il settore di impresa che per quanto concerne l’economia della zona. Con lo slogan “il gusto di non abbandonare nessuno”, l’Associazione Chef to Chef Emilia Romagna, insieme con l’Unione italiana ristoratori, il Lavoro dei contadini, Jeunes Restaurateurs d’Europe, l’Unione Ristoranti Buon Ricordo, Le Soste, Modena a Tavola, Accademia Italiana della Cucina, Slow Food e l’Associazione Italiana Sommeliers, ha organizzato una giornata che avrà inizio alle ore 11,00 del 18 giugno e termine alle ore 24,oo.

All’evento sarà possibile trovare numerosi chef stellati dell’Associazione che parteciperanno personalmente presso l’Osteria di Porta Europa e il Ristorante Leoni in zona Fiera. L’incasso proveniente dalla giornata sarà devoluto a favore di 5 grandi ristoranti storici colpiti dal terremoto dei giorni scorsi. ma non è tutto: saranno presenti anche numerosi stand di produttori della zona che allieteranno gli ospisti presenti con degustazioni varie fino alle 20,00, ora in cui avrà inizio la grande cena.

La cena sarà preparata in clima di collaborazione che porterà ad un unico menù da alcuni tra i più grandi chef italiani. Successivamente poi, saranno gli stessi ristoratori dei ristoranti ‘Osteria La Rosa’ di S.Agostino, Buriani’ di Pieve di Cento, Il Rigoletto’ di Reggiolo, ‘Osteria La Fefa’ di Finale Emilia, ‘ e ‘Il Don Giovanni’ di Ferrara a preparare una cena in collaborazione con altri chef stellati in favore dei colleghi meno fortunati. Per informazioni riguardanti la cena o per prenotazioni: Ristorante Leoni tel. 051.700102. L’offerta minima prevista è di 125,00 €, che se pensiamo verrà utilizzata per la ripresa dell’attività di molti ristoranti è davvero irrisoria. Se vi trovate in zona non predete l’occasione di dare il vostro contributo.