Il pollo alla cacciatora di Alessandra Spisni

di Ishtar Commenta



Se non mi affidassi a delle trasmissioni televisive a tema (vedi La prova del Cuoco, giusto per citarne una) avrei più difficoltà di quanto si potrebbe pensare nella preparazione di alcuni piatti o alimenti. E’ il caso del pollo per esempio, soprattutto quando devo cucinarlo partendo dall’animale intero. Tutta l’operazione di pulizia e taglio sarebbero durate molto più del necessario se non avessi seguito il procedimento in tv, che, devo dire, mi è stato utilissimo al momento di passare all’azione. Tutta la premessa per dirvi che mi sono cimentata nella preparazione del pollo alla cacciatora di Alessandra Spisni. Non avendolo mai preparato non sapevo cosa aspettarmi e ho deciso, come prima volta, di buttarmi su una ricetta già collaudata. La ricetta del pollo alla cacciatora è semplicissima. 

Pollo alla cacciatora


Ingredienti

1 pollo da 1,5 Kg | 1 cipolla dorata | 1 spicchio aglio | qualche rametto rosmarino | 1 cucchiaio strutto | qualche foglia salvia | 500 gr. pomodori pelati | 1 bicchiere vino bianco | sale e pepe

Preparazione

  Pulire, bruciacchiare e lavare il pollo, tagliare i pezzi del pollo seguendo le articolazioni per non creare delle schegge. In un tegame largo e basso fondere lo strutto e adagiarvi il pollo fatto a pezzi e insaporito con aglio, rosmarino, salvia, sale e pepe. Lasciare dorare a fuoco vivace rigirando spesso la carne.

  Bagnare con vino bianco e fare evaporare. Aggiungere la cipolla affettata sottile. Unire i pomodori sbriciolati o tagliati a pezzi grossi, lasciare riprendere il bollore, aggiungere acqua fino a quasi coprire completamente la carne e fare riprendere il bollore.

  Abbassare la fiamma e correggere di sale e pepe. Cuocere per circa un' ora coperto senza mescolare.

  Scoprire ed alzare la fiamma per evaporare l' eventuale eccesso di liquido e lasciare riposare spento coperto per circa 15 minuti prima di servire.

Oltre al pollo gli ingredienti fondamentali saranno il vino bianco ed i pomodori pelati, oltre ad un insieme di erbe aromatiche tipo il rosmarino e la salvia che contribuiranno a regalare al pollo, quel caratteristico sapore un pò rustico, perchè no … La ricetta del pollo alla cacciatora, di origine toscana, appartiene alla categoria della cucina povera, semplici gli ingredienti utilizzati, che era facile reperire anche presso le famiglie meno abbienti. Il vino previsto in questa ricetta è quello bianco, credo previsto dalla ricetta originale, tuttavia ho letto diverse varianti in cui fa la comparsa quello rosso, che contribuirebbe a rendere la carne del pollo  più saporita. Questa stessa ricetta può essere utilizzata per la preparazione del coniglio alla cacciatora.