Samosa indiani, la ricetta vegana

di Fabiana Commenta



Oggi cuciniamo qualcosa di esotico e proponiamo la ricetta dei samosa, i popolari fagottini ripieni di origine indiana. Ma i samosa di verdure, rappresentano la variante leggera e vegana di un classico della cucina internazionale.

samosa, cucina indiana

Senza latticini o carne, i samosa possono essere serviti come antipasto, a pranzo o a cena, ma sono ottimi anche come aperitivo.

Samosa indiani, la ricetta vegana


Ingredienti

Zucchina 200 gr di Piselli 80 - 100 grammi di carote | 100 gr. Farro Pasta | pasta fillo | Sale, Erbe aromatiche a piacere (curry, peperoncino, curcuma etc.) - Olio

Preparazione

  Preparate il farro e sbollentatelo in acqua salata per almeno 30 minuti. Preparate anche le verdure: lavate e pulite le diverse verdure, le zucchine, i piselli e le carote. Tagliatele a pezzetti diversi e poi versatele nella padella dopo averle tagliate a pezzetti molto piccoli.

  Aggiungete anche l’olio e il sale: potrete anche aggiungere un po’ di acqua e mescolare le diverse verdure. Mescolate il farro e le verdure e non appena saranno pronte, aggiungete anche le spezie e le erbe aromatiche e poi lasciate intiepidire.

  Nel frattempo preparate anche i fogli di pasta fillo. Versate in ciacun angolo un po’ del ripieno di verdure, richiudete il fagottino su sé stesso cercando di mantenere la forma triangolare e sistematelo su un foglio di carta forno.

  Continuate fino a quando non avrete esaurito tutti gli ingredienti e spennellate con un po’ di olio i fagottini. Infornate a 175° per circa 30 minuti e poi servite i vostri samosa.

La caratteristica dei samosa è non solo la classica forma a triangolo, ma anche l’utilizzo della pasta fillo, leggerissima pasta che potrete acquistare già pronta e che viene farcita con verdure di diverso genere che vanno rigorosamente aromatizzate con una serie di erbe diverse.