Ricetta del Mojito perfetto: l’incantesimo de L’Avana

di Redazione 9

 

Immaginate l’atmosfera calda e soleggiata delle spiagge de L’Avana: il mare cristallino, le spiagge dorate e le sere sfrenate a ritmo di salsa e ritmi caraibici, e per ristorarsi dalla stanchezza una bibita fresca, dissetante e corroborante il fantastico Mojito, il cocktail preferito da Ernest Hemingway.

In linguaggio voodoo la parola mojo vuol dire incantesimo, e, forse, è proprio dalle origini del suo nome che si sprigiona tutta la magia del Mojito, che pian piano scivola in corpo ristorando le membra e risvegliando le passioni. La base alcolica di questo ottimo cocktail estivo è la bevanda preferita da pirati e bucanieri: il rum, una delle specialità dei caraibi, prodotto dalla distillazione del succo e della melassa della canna da zucchero. E proprio l’impiego principale del rum trova come situazione elettiva la ricetta del mojito.

 

Si deve ringraziare il barman Angelo Martinez per aver inventato questo cocktail nel suo celebre bar “La Bodeguita del Medio” a L’Avana. Tra i maggiori frequentatori del famoso ritrovo si può annoverare appunto Hemingway, che tanto tempo trascorse a L’Avana, ed era solito dire: “il Mojito alla Boteguita e il Daiquiri al Floridita”.

Dopo tanto scrivere ho un po’ di arsura, eccovi quindi le dosi e le indicazioni per fare un buon Mojito, lascio a voi il piacevole sforzo di prepararlo!

Ingredienti:

  • 5/10 di rum chiaro invecchiato da 1 a 3 anni
  • 5/10 di acqua frizzante, come vuole la tradizione o in alternativa schweppes
  • 3 o 4 pezzetti di lime
  • 3 cucchiaini di zucchero di canna
  • foglie di menta
  • ghiaccio tritato

 

Preparazione:
(cocktail da prepararsi direttamente nel bicchiere adatto ai long drink)
  1. Per iniziare dovete preparare il lime lavandolo e tagliandolo a pezzetti.
  2. Mettete nel bicchiere i pezzetti di lime e aggiungete due o tre cucchiaini di zucchero di canna. Pestate bene il tutto in modo tale da spremere il lime e impastare il tutto con lo zucchero. Aggiungete qualche fogliolina di menta nel bicchiere
  3. Tritate del ghiaccio- usate un frullatore per fare questa operazione – e riempite il bicchiere fino all’orlo. A questo punto versate il rum e l’acqua frizzante. Visto che per un buon mojito le dosi sono 5/10 di rum e altri 5/10 di acqua frizzante, potete regolarvi riempiendo per metà il bicchiere con il rum e poi completare di colmarlo con l’acqua frizzante.
  4. Aggiungete qualche altra fogliolina di menta e mescolate per bene con un cucchiaio per far risalire lo zucchero e il lime. Vi consiglio di ultimare il  vostro Mojito con un goccio di rum ambrato, invecchiato per 7 anni o più.
  5. Ora mettete una cannuccia nel bicchiere, vi aiuterà a bere evitando i pezzetti di lime e a pescare qualche granello di zucchero dal fondo del bicchiere. 

Sedetevi comodamente, e pensate di essere in una bella veranda all’Havana, con un grande cappello di paglia e una camicia fantasia a guardare il traffico che passa.  A godervi il vostro Mojito perfetto.

Commenti (9)

  1. il ghiaccio nn credo che va tritato…..ma spezzato….o anche a cubetti…..il lime nn va tagliato a pezzeti o cubetti….ma va messo solo il succo di lime…e lo zucchero di canna bianco…e non quello grezzo….

  2. Serp più che altro lo sai fare il mojito

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>