Continuiamo il nostro tour dei ristoranti pugliesi

di Daniele Pace 0

Ieri abbiamo fornito una prima carrellata di ristoranti pugliesi, dove andare, se siete in vacanza in Puglia, o semplicemente se siete pugliesi e non li conoscete.

La Puglia è una regione in pieno rinascimento di sapori, la culla del pesce crudo ma non solo, con le sue pietanze originali e autoctone. Sinonimo di ricci, ma anche di orecchiette da fare con il pesce, la Puglia è diventata una vera fucina di cuochi preparati e ristoranti da visitare assolutamente, con una lista tanto lunga da doverla dividere in più articoli.

Ancora altri suggerimenti sui ristoranti

Ieri ci eravamo lasciati a Trani, e da Trani ripartiremo, con Le Lampare al Fortino di Domenico Di Tondo, in una vecchia basilica romanica diventata ristorante, e recuperata dall’abbandono. Lo chef è uno che bada al sodo, senza grandi fronzoli, per esaltare i sapori del mare pugliese.

Ottima sorpresa per il Fusillone con i ricci, l’acciuga e il tarallo. Oppure la triglia in crosta con l la panzanella, i capperi e i peperoni. Se poi non vi va il pesce, c’è anche il manzo con la farina di ceci tostata.

Restando a Trani possiamo andare da Memorie dello chef Felice Lo Basso, che propone le vecchie ricette della tradizione, le sue memorie appunto. Ecco allora la parmigiana al risotto, e i classici Spaghettoni pugliesi con pomodori, ricotta salata e crema di basilico.

Andando a nord fermiamoci a Peschici, al Trabucco da Mimì, proprio sugli scogli del Gargano. Il ristorante propone nuove combinazioni, senza dimenticare la tradizione del pesce crudo. Ecco quindi le lasagne al ragù di cefalo, o un baccalà con lampascioni e patate, e poi la sorpresa, con i piatti giapponesi.

Lo chef prepara la sua salsa di soia affumicata, da aggiungere al miso, al pepe sansho e al katsuobushi, che accompagnano le classiche zuppe di pesce del Sol Levante, come il shabu shabu.

Non mancano le alghe kombu per la zuppa dashi, da provare senza indugi, per trovare un tocco esotico in questa fantastica e antica terra pugliese.

Sempre a Peschici, c’è un posto con solo 8 tavoli, il Porta di basso, con i piatti tradizionali ma non solo. Anche qui troverete tocchi esotici con la tempura e lo yuzu, insieme al classico risotto di mare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>