Spiedini al Primosale, un formaggio tutto da scoprire

Esistono numerosissime varietà di formaggi, che variano per tipo di lavorazione, per contenuto di grassi, per il tipo di fermentazione e per il tipo di batteri che la portano avanti. L’elemento principale, che conferisce oltre al sapore, a cui contribuisce anche la lavorazione e la stagionatura, i principi nutritivi è il latte.

Formaggi prodotti con latte di pecora o di capra sono caratterizzati da sapori più forti ed intensi, mentre quelli prodotti da latte di vacca sono generalmente più delicati. Il formaggio di cui parliamo oggi, può essere di capra o di pecora, ed il suo caratteristico nome e le sue qualità sono legate alla procedura di preparazione.

Parliamo del Primosale, un formaggio fresco che deve il suo nome al fatto che, una volta prodotto il formaggio, le forme subiscono una sola salatura, la prima appunto. La salatura delle forme di formaggio è l’operazione che permette di conservarle e farle stagionare, proteggendole da agenti esterni che potrebbero alterare o deteriorare l’alimento. Il primosale è quindi un formaggio che può esser consumato poco tempo dopo esser stato fatto, al contrario di altri formaggi, che necessitano di lunghi mesi si stagionatura.


Il primosale si presta molto ad esser utilizzato in cucina per insaporire pasticci di pasta o gli involtini di carne, ma la ricetta che vi descrivo oggi è ideale per realizzare degli antipasti particolari o degli stuzzichini per una festa: gli Spiedini al Primosale.

Spiedini al primosale (ingredienti per 4 persone)
  • 400gr di primosale
  • 300gr di tritato di manzo
  • 10 fette di pane in cassetta, o pancarrè
  • 40gr di pecorino grattugiato
  • 1 uovo
  • 100gr di pangrattato
  • 1 piccola cipolla
  • olio extravergine d’oliva
  • sale e pepe

Preparazione:
iniziate con il preparare i diversi ingredienti. Tagliate in due le fette di pane in cassetta, fatto questo, ricavate dal primosale 20 fettine della stessa dimensione del pane.

Amalgamate il tritato con mezzo uovo sbattuto, il pecorino grattugiato e la cipolla tritata molto finemente. Aggiustate di sale e pepe e rendete omogeneo tutto l’impasto.

Passate ora a preparare delle polpettine di forma rettangolare, di dimensioni analoghe alle fettine di primosale e di pane.

Una volta pronti tutti gli ingredienti, non resta che porli a strati l’uno sull’altro, alternando una fettina di formaggio, una polpettina e una fettina di pane in cassetta ed infine bloccandoli con uno spiedino.

Adesso non rimane che passare gli spiedini nel restante mezzo uovo battuto e poi impanarli per bene con il pangrattato.

Fatto questo non dovrete far altro che friggerli in abbondante olio bollente fino a chè non avranno raggiunto una doratura perfetta. Quindi scolateli, poneteli su della carta assorbente e portate in tavola.

Se volete un consiglio, preparateli come antipasto o come pietanza finger food, i vostri ospiti non resteranno delusi.

2 commenti su “Spiedini al Primosale, un formaggio tutto da scoprire”

Lascia un commento