Uva sultanina, menta e cipolla, gli ingredienti per preparare: le Trote alla trentina

di Roberto 1

Pesce d’alta quota, pesce d’acqua dolce, dalla carne un po’ grassa che però gli conferisce quella tenerezza e delicatezza che tanto la contraddistingue. Forse vi starete dicendo: questo non sa più che pesci pigliare! Beh, oggi vado a trote!

Ho trovato un interessante ricetta a base di trote, che ho provato, e che ricorda vagamente la preparazione delle lagunari sarde in saor, sarde fritte accompagnate da un sughetto di aceto e cipolle.

La ricetta ha il nome di Trote alla trentina, ed è un piatto che si consuma freddo, molto saporito e con una varietà di aromi e gusti da far girar la testa, ma, se ben dosati tra loro, contribbuiscono alla preparazione di una pietanza davvero eccezionale.


Trote alla trentina (ingredienti per 4 persone)

Preparazione:
scegliete delle trote non troppo grosse, in modo tale da poterne preparare 4, una a testa. Pulitele, eliminando tutte le interiora, se non è già stato fatto, e lavatele accuratamente, quindi mettete a scolare il pesce.

Asciugatele trote con della carta assorbente ed infarinatele per bene da entrambi i lati. Adesso friggetele in una padella con abbondante olio bollente. Lasciatele cuocere finché non saranno ben dorate da entrambi i lati, quindi scolatele, passatele sulla carta assorbente salatele e disponetele in un recipiente, preferibilmente in terra cotta, sufficientemente largo da poterle disporle su un solo strato.

Mettete ad ammorbidire l’uva sultanina, circa 2 cucchiai, in una tazza con del vino, o con dell’acqua tiepida. Nel frattempo pelate, lavate e tritate la cipolla e fatela appassire in un tegame con un poco d’olio.

Quando la cipolla sarà ben appassita, versate l’aceto, i due spicchi d’aglio privi della pelle, 5 foglie di menta, circa due cucchiai di prezzemolo tritato, l’uva sultanina, dopo averla scolata, e della scorza di limone grattugiata.

Lasciate sfumare un po’ l’aceto, e quando il sughetto inizierà a bollire, toglietelo dal fuoco e versatelo ancora caldissimo a coprire le trote. Questo sughetto servirà a far marinare le trote.

Coprite il recipiente con le trote e lasciatelo riposare per circa 24 ore in un luogo fresco. A conclusione del tempo di marinatura, disponete le trote sui piatti ed irroratele con il sughetto della marinatura.

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>